sabato 15 Giugno 2024

Estrattivismo agroalimentare: il folle sistema speculativo internazionale sul cibo

Il cibo ha sempre viaggiato. Fin dall'antichità sono esistiti il commercio e lo scambio di questo bene fondamentale per la nostra sopravvivenza. Spezie, pesce, grano, sale, inifiniti i prodotti che arrivavano e partivano dai porti di mezzo mondo. Ma con il sistema economico dell'oggi, l'approvigionamento agroalimentare si sta adeguando sempre di più alla legge del capitalismo selvaggio e al suo unico dio: il denaro. Il guadagno senza nessuna etica, la speculazione e la finanziarizzazione dei processi produttivi hanno fatto cadere il mercato agroalimentare nelle mani di poche mega imprese che h...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci 
(al costo di un caffè la settimana) e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" in alto a destra.

ABBONATI / SOSTIENI

L'Indipendente non ha alcuna pubblicità né riceve alcun contributo pubblico. E nemmeno alcun contatto con partiti politici. Esiste solo grazie ai suoi abbonati. Solo così possiamo garantire ai nostri lettori un'informazione veramente libera, imparziale ma soprattutto senza padroni.
Grazie se vorrai aiutarci in questo progetto ambizioso.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Ti è piaciuto questo articolo? Pensi sia importante che notizie e informazioni come queste vengano pubblicate e lette da sempre più persone? Sostieni il nostro lavoro con una donazione. Grazie.

Articoli correlati

4 Commenti

  1. I “GRANDI” commercianti hanno organizzato e organizzano tuttora tutto questo gira-gira di “commodities” grazie all’opera di trattati di “libero scambio” firmati fra Paesi, in gruppo o bilaterali, etc. Naturalmente i piu’ se ne sono disinteressati perché non “seguono” la politica per mancanza di tempo o altro. I pochi che seguono le faccende politiche sono stati fuorviati dalle dichiarazioni che i trattati di “libero scambio” erano realizzati per il “bene” del popolo e per abbassare i prezzi…
    Ecco che, a guardare bene la sostanza, ci troviamo TUTTI, attenti e disattenti, fottuti alla stessa maniera!
    Woody Allen diceva saggiamente: “Leggo per legittima difesa!”

  2. ” I pomodori trasformati in concentrato vengono caricati su treni e attraversano tutta la Cina fino ai porti orientali vicino a Pechino. Da lì, la merce viene caricata su navi container che attraversano TUTTO L’OCEANO PACIFICO, poi l’Oceano Indiano, sbucano nel canale di Suez, …”
    … Al massimo il Mar Cinese, prima dell’Oceano Indiano, non TUTTO IL PACIFICO, dai!

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI