lunedì 23 Maggio 2022

Cottura dei cibi: quali metodi fanno bene o male? Alcuni miti sono da sfatare

Nell’articolo precedente sul cibo crudo e quello cotto abbiamo sottolineato già come qualsiasi cottura a temperature superiori a 42 gradi distrugga gli enzimi naturalmente presenti nel cibo fresco. In quel caso sarà il nostro organismo a dover produrre gli enzimi necessari per la digestione del cibo, un lavoro che consuma risorse del nostro corpo. Cuocere i cibi d’altro canto ha dei vantaggi: offre la possibilità di scaldare il corpo nei mesi freddi dell’anno mangiando cibi caldi, aumenta la digeribilità delle proteine, degli amidi presenti nei cereali e delle fibre nei vegetali. Infine favori...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso compilando i campi qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" posizionato in alto a destra, nella parte superiore del sito. 

ABBONATI / SOSTIENI

Benefici di ogni abbonato

  • THE SELECTION: newsletter giornaliera con rassegna stampa dal mondo
  • Accesso a rubrica FOCUS: i nostri migliori articoli di approfondimento
  • Possibilità esclusiva di commentare gli articoli
  • Accesso al FORUM: bacheca di discussione per segnalare notizie, interagire con la redazione e gli altri abbonati

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

8 Commenti

  1. La cottura della carne è del pesce nel micro onde e’ sicuramente da evitare detto e ripetuto da anni. Come da molti e’ consigliato utilizzare il miele come dolcificante ad una temperatura che non superi i 40 gradi. Mi ha fatto piacere leggere nell’articolo una raccomandazione simile.

    • Ciao Francesco, sono l’autore dell’articolo e mi occupo di nutrizione e qualità dei prodotti alimentari in commercio. Non parlo della cottura col microonde perchè non la consiglio e non ritengo che sia un metodo di cottura valido o salutare. Gli studiosi nel mondo si dividono tra chi dice che sia innocuo nei confronti dei cibi e chi dice che sia invece nocivo perchè ne altera la struttura chimica (che la alteri è innegabile…come la alterano anche gli altri metodi di cottura, come abbiamo visto nell’articolo). A me non piace la cottura dei cibi col microonde, uso questo elettrodomestico solo per scaldare leggermente bevande o piatti di cibo freddo. I metodi di cottura più salutari e più “normali”, o se vogliamo usare un altro termine “naturali”, che meno hanno implicazione di tecnologie e radiazioni, sono quelli descritti nell’articolo. Dovremmo imparare tutti a trattare il cibo nel modo più naturale possibile anzichè affidarci ai sistemi ultratecnologici che sembrano far risparmiare tempo ma in realtà potrebbero farci perdere molta salute e soldi che poi saranno necessari per curarci…D’altronde nella mia visione delle cose mangiare bene e rimanere in buona salute è qualcosa di legato ad un ritorno al passato e ad un ritmo di vita che sia in armonia con la natura, le stagioni e le leggi della biologia. Forzare queste leggi, come l’uomo moderno sta facendo da alcuni decenni, non credo che porterà dei vantaggi. Invece usare le conoscenze odierne e la tecnologia al servizio delle leggi della natura credo che possa aiutarci. Mi permetto di segnalarti il mio sito se ti piace approfondire il tema della spesa alimentare e delle conoscenze sulla nutrizione: http://www.ciboserio.it

      A presto
      Gianpaolo Usai

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI