fbpx
sabato 23 Ottobre 2021

Il primo pollo confezionato senza uccidere nessun pollo è stato messo in vendita

I “bocconcini di pollo“, della società americana Eat Just, hanno superato, per la prima volta, il controllo sicurezza da parte della Singapore Food Agency. La “carne coltivata” è stata approvata e potrebbe aprire la porta ad un futuro in cui la carne sarà prodotta senza l’uccisione del bestiame. Attualmente, ogni giorno, vengono macellati circa 130 milioni di polli per la carne e 4 milioni di maiali. Decine di aziende stanno sviluppando pollo, manzo e maiale coltivati, con l’obiettivo di ridurre l’impatto sul clima, oltre a fornire carne priva di droghe e cruelty-free. Le cellule del prodotto Eat Just vengono coltivate in un bioreattore e poi combinate con ingredienti vegetali.  Le unità biologiche utilizzate provengono da una banca cellulare e non richiedono la macellazione. Le cellule infatti possono essere prelevate da animali vivi e poi fatte crescere con nutrienti forniti dalle piante.

 L’azienda ha definito come sfide principali la reazione dei consumatori alla carne coltivata, l’approvazione in altre nazioni e l’aumento della produzione. 

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati