sabato 2 Luglio 2022

Al via ClearSpace-1, la prima missione di raccolta rifiuti nello Spazio

L’Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha firmato ieri un contratto da 86 milioni di euro con la start-up Clear Space per l’omonima missione, la prima al mondo per la rimozione ed il recupero di rifiuti nello Spazio. Il primo obiettivo della ClearSpace-1, prevista nel 2025, è un modulo fuori controllo di un razzo Vega, pesante 112 kg e abbandonato in orbita di smaltimento graduale nel 2013, conformemente alle norme di mitigazione dei detriti spaziali. Il rottame, simile per dimensioni ad un piccolo satellite, verrà catturato e portato a bruciare nell’atmosfera da un robot spaziale provvisto da un quartetto di bracci, anch’esso destinato alla distruzione.

La ClearSpace-1 mira ad essere la prima missione di un autentico programma di pulizia dello spazio intorno alla Terra, già inquinato da circa 23000 detriti spaziali, tra resti di precedenti spedizioni e satelliti fuori servizio: per definizione oggetti alla deriva, si prestano a collisioni non prevedibili che ostruirebbero delle orbite chiave, rendendole impraticabili per future missioni.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI