fbpx
domenica 24 Ottobre 2021

COP14: i grandi del mondo cercano un accordo per salvare il pianeta (ancora una volta)

Alla COP14 (conferenza delle nazioni unite per la lotta alla desertificazione) in Egitto, i governi hanno avviato il processo di negoziazione degli obiettivi di biodiversità per il prossimo decennio, poiché nell’ultimo, il mondo non ne ha raggiunto alcuno tra quelli concordati ad Aichi nel 2010.
Secondo dati IPBES (piattaforma intergovernativa di politica scientifica sulla biodiversità), infatti, circa il 25% delle specie animali e vegetali è minacciato dall’estinzione, mentre il 66% della superficie oceanica subisce l’impatto delle attività antropiche.
Mercoledì 30 settembre 2020, in qualità di paese ospitante della COP15, Xi Jinping (Segretario generale del Partito Comunista Cinese) conferma ai leader mondiali che la Cina è pronta a condividere la sua esperienza di protezione della biodiversità e che l’obiettivo è cercare la modernizzazione in armonia con la natura.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati