mercoledì 7 Dicembre 2022

Allergie al cibo e alimenti industriali: le cose da sapere per vivere meglio

Vi siete mai chiesti perché abbiamo così tanti problemi con l’alimentazione odierna? Quello che ci fa male e ci fa sviluppare allergie, intolleranze, patologie intestinali e addirittura problematiche di tipo autoimmune, è il cibo in sé oppure quello che sta succedendo al cibo con i trattamenti industriali?

Perché pomodori e grano ci fanno male? Sono alimenti velenosi di per sé o forse lo diventano per i trattamenti chimici che vengono fatti nei campi delle coltivazioni e per i conservanti e gli altri additivi che si aggiungono al fine di poterli mantenere per tempi lunghi sul mercato? Oggi ...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso compilando i campi qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" posizionato in alto a destra, nella parte superiore del sito. 

ABBONATI / SOSTIENI

Benefici di ogni abbonato

  • THE SELECTION: newsletter giornaliera con rassegna stampa dal mondo
  • Accesso a rubrica FOCUS: i nostri migliori articoli di approfondimento
  • Possibilità esclusiva di commentare gli articoli
  • Accesso al FORUM: bacheca di discussione per segnalare notizie, interagire con la redazione e gli altri abbonati

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

5 Commenti

  1. Grazie William, hai risposto in maniera molto corretta 🙂

    PS. le cose che affermo nell’articolo sono dei fatti inoltre, non semplici opinioni. Nel testo ci sono anche i link cliccabili per le fonti, oppure come dici tu basta fare una semplice ricerca per trovare rimandi e altre fonti oltre alla mia. Il punto è che non piace, ad alcuni, sentire quella campana, cioè che il latte non fa male ecc. ecc.

    buona giornata

    • mi permetto di intervenire: a parte che l’autore si chiama Gianpaolo, come da firma in calce all’articolo; poi (a parte il fatto che basta una semplice e rapida ricerca su Google per trovare le informazioni da lei richieste) mi risulta che viviamo ancora in regime di libertà di parola (più o meno…), quindi che non sia ancora obbligatorio esibire titoli di qualsivoglia tipo semplicemente per esprimere la propria opinione (e per fortuna, vista la caratura degli esperti e dei “professionisti dell’informazione” e delle loro esternazioni durante la recente “pandemia”)

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI