martedì 9 Agosto 2022

Uruguay: giudice ordina a Pfizer di presentare entro 48 ore i dati sui vaccini

In Uruguay, il giudice del Tribunale per il Contenzioso Amministrativo (TCA), Alejandro Recarey, ha ordinato all’azienda farmaceutica Pfizer nonché alla Presidenza della Repubblica ed al ministero della Salute Pubblica (MSP) di presentare una serie di dati ed informazioni relativi ai vaccini anti Covid entro 48 ore, il tutto nell’ambito di un’udienza che si terrà alle ore 9:00 della giornata di oggi. È questa la notizia riportata da diversi quotidiani uruguaiani, i quali fanno sapere che il giudice ha adottato tale risoluzione in seguito ad un’azione legale intentata con il fine di sospendere la somministrazione dei vaccini anti Covid nei bambini.

Il provvedimento con cui è stato intimato alle parti sopracitate di fornire i dati, nello specifico, contiene un elenco di 16 richieste, tra cui la presentazione dei contratti di acquisto dei vaccini, le informazioni sulle eventuali clausole “di indennizzo civile o di impunità penale per i fornitori in merito al verificarsi di possibili effetti avversi dei farmaci acquisiti”, le informazioni sulla composizione biochimica dei vaccini nonché sulla eventuale presenza di ossido di grafene negli stessi. Spiccano poi anche le richieste relative alla presentazioni dei dati – relativamente a quanto “scientificamente noto e non noto” – sull’efficacia dei vaccini e sui possibili effetti della vaccinazione a “breve, medio e lungo termine (compresi i possibili effetti negativi)”, che dimostrano la volontà della giustizia di venire a conoscenza in maniera precisa del rapporto rischi-benefici dei vaccini. Volontà confermata anche dalla richiesta di avere i dati ufficiali che dimostrino l’incidenza negativa o positiva della vaccinazione sul “numero dei contagi e dei decessi con diagnosi di Covid dall’inizio della campagna ad oggi”.

“A tutte le citazioni deve essere data risposta entro 48 ore o, a seconda dei casi, prima dell’udienza fissata”: questo si legge dunque nel documento, che tuttavia per adesso pare non aver ancora prodotto i dati richiesti. Al momento non vi sono infatti notizie relative ad una eventuale avvenuta comunicazione delle informazioni sopracitate che però, quantomeno da parte del governo, dovrebbero essere fornite proprio nella giornata di oggi, ovverosia il giorno dell’udienza. Il segretario della Presidenza della Repubblica, Álvaro Delgado, ha infatti fatto sapere che il governo metterà a disposizione le risposte questo mercoledì, affermando che l’esecutivo «fornirà tutte le informazioni» basandosi sulla trasparenza e sul supporto scientifico.

[di Raffaele De Luca]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

6 Commenti

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI