lunedì 15 Agosto 2022

Il Cremlino smentisce le accuse di default

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha risposto alle accuse della stampa occidentale secondo cui Mosca non sarebbe in grado di ripagare il suo debito in valuta estera andando quindi in default tecnico. «È falso parlare di default» ha asserito, aggiungendo che tali accuse sono «infondate, il pagamento in valuta estera è stato effettuato a maggio». Peskov ha quindi spiegato ai giornalisti che i pagamenti sono stati bloccati da Euroclear a causa delle sanzioni occidentali e che questo «non è un nostro problema».
Il pagamento riguarda 100 milioni di dollari di interessi su due obbligazioni, il cui termine era inizialmente fissato per il 27 maggio. Per il portavoce del Cremlino quindi – come riferisce la ‘Tass’ – non c’è motivo di definire la situazione attuale un default.

 

Ultime notizie

Campi di riso e mais concimati con i fanghi delle fognature? Incredibile ma vero

Quel che resta dello scarto degli impianti di depurazione fognaria diventa fertilizzante sui campi coltivabili. Tutto legale, permesso dalle...

(Monthly report n.13) Con la suola delle scarpe

È uscito il tredicesimo numero del Monthly Report: la rivista de L’Indipendente che ogni mese fa luce su un...

Le radici storiche della questione taiwanese e dello scontro USA – Cina

La riunificazione di Pechino con Taiwan rappresenta la priorità politico strategica del secolo per la Repubblica popolare cinese (RPC),...

Sfattoria: il Tar sospende l’uccisione degli animali, per ora

Nel pomeriggio di sabato 13 agosto il Tar del Lazio ha infine accolto la richiesta di sospensiva urgente del...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI