lunedì 23 Maggio 2022

Nuovo decreto Covid: le regole italiane imboccano definitivamente la via dell’assurdo

Nel corso del Consiglio dei Ministri svoltosi il 2 febbraio sono state adottate nuove misure in materia di Green Pass, scuola e generale gestione della pandemia da Covid-19. Queste prevedono l’introduzione di una sostanziale discriminazione tra studenti vaccinati e non vaccinati, che avranno diverso diritto di accesso alle lezioni in base al possesso o meno del Green Pass. Prevista poi l’estensione illimitata della durata della certificazione verde a chi abbia ricevuto la dose booster o chi abbia contratto il Covid dopo le prime due dosi. Escluso da tale misura sembra risultare chi, invece, abbia affrontato il percorso contrario, ovvero sia stato contagiato dal virus e a seguito abbia ricevuto l’inoculazione del vaccino.

Sembrano le regole di una nuova versione del celebre war game da tavolo Risiko e invece si tratta delle ultime disposizioni del Governo in materia di misure per il contenimento della pandemia da Covid-19. I principali focus di interesse sono la scuola e l’estensione della durata del Super Green Pass, ora divenuta illimitata. Se si possono sollevare dubbi sulla valenza scientifica di tale misura (non vi sono infatti ragioni scientifiche apparenti che lascino supporre che la dose booster sia la soluzione definitiva per avviarsi verso il termine della pandemia) non vi sono di fatto alternative, in quanto come lo stesso Speranza ha dichiarato “le nostre autorità scientifiche non hanno ancora individuato un percorso per la quarta dose, che sarà oggetto di un confronto sul piano tecnico-scientifico”.

Tuttavia, non è chiaro il principio per il quale, stando al comunicato del Governo, “Al regime di chi si è sottoposto alla terza dose è equiparato chi ha contratto il Covid ed è guarito dopo il completamento del ciclo vaccinale primario“. Cambiando l’ordine degli addendi, a quanto pare, il risultato cambia: se la contrazione del Covid precede le due inoculazioni del ciclo vaccinale, sembra si sia esclusi da tale misura.

Le discriminazioni più allarmanti, tuttavia, sono quelle messe in atto contro gli studenti della scuola primaria e secondaria: superato il livello massimo di casi positivi riscontrati nelle aule (5 per la scuola primaria, 3 per la secondaria) gli studenti vaccinati potranno proseguire con le lezioni in presenza, mentre i non vaccinati dovranno rimanere a casa in DAD (Didattica A Distanza). Anche in questo caso sfugge il criterio scientifico adottato dal Governo, dal momento che sono ormai numerosi gli studi che mostrano come se può essere vero che il vaccino riduca la gravità dell’infezione del soggetto che la contrae, non previene la diffusione del virus. Esenti da questa misura le scuole dell’infanzia, per le quali ancora non si è giunti a discriminare i bambini o a imporre coercitivamente la vaccinazione.

Per il Ministro della Scuola Bianchi la DAD “non è il male assoluto”, ma anzi “una grande risorsa per molti studenti”. Affermazioni che evidentemente ignorano i numerosi studi e resoconti di questi due anni di pandemia e gestione a singhiozzo dell’intero sistema scolastico, che hanno dimostrato quanto la mancanza di socializzazione e l’isolamento abbia influito sulle capacità di apprendimento e sulla salute mentale dei giovani.

[di Valeria Casolaro]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

17 Commenti

  1. L’unico commento che mi viene da scrivere è che questa palese discriminazione anche tra i bambini e ragazzi sia di natura diabolica e maligna.
    Nulla a che fare con contagi e considerazioni sanitarie. Sono anni ormai che raccontano una storiella per distogliere l’attenzione sul programma ben chiaro di un sistema elitario e perverso contro l’umanità

  2. come già fece Mussolini a suo tempo, ..a tutti gli italiani che gestiscono un servizio pubblico sia esso un ristoratore, un capufficio postale o bancario è stato concesso dal governo, di far pesare sui loro concittadini il loro ridicolo potere di controllori ! vuoi che non ne approfittino? c’è gente che non comanda neanche a casa sua con moglie e figli ma dagli un occasione e diventa un inquisitore implacabile! non sanno però che molti si ritroveranno a doverne rispondere in tribunale, altri falliranno perché nei locali non ci andrà più nessuno o quasi: a nessuno piace che gli frughino le tasche, con il risultato di, litigi, minacce di querele per interruzione di servizio pubblico, chiamate ai carabinieri, ecc..(tutte cose che sto vedendo realmente nella mia zona)! il dividi et impera promosso da questo governo di cialtroni, mitomani e inetti va alla grande!

  3. Un Paese dalle enormi potenzialità è governato da un manipolo di inetti, capaci solo di rimanere aggrappati alle loro sporche poltrone con l’unico interesse di far prevalere l’interesse della loro cerchia a scapito di tutti; quando il Paese riuscirà a liberarsi di questi personaggi?

  4. Il susseguirsi di restrizioni e stato di Emergenza consente all’attuale Parlamento di mantenere i privilegi ed un’agenda priva di prospettive per il nostro paese. Nel mentre la nostra società ed economia soccombe, sotto il peso ddi divieti e divisioni.

  5. Il problema siamo noi, noi che continuiamo a girare con la mascherina e mostriamo il lasciapassare.
    Non è vero che è obbligatoria ne l’una, ne l’altro.
    Entri in un posto, se te li chiedono argomenti, se accettano di farti entrare senza bene, altrimenti si va al supermercato successivo.

    Ma quando vedi persone fare sport con la maschera, andare in macchina soli con la maschera…
    Buonanotte Italia.

  6. Credo che abbiano fatto una super campagna di comunicazione mediatica ad effetto mantra, ripetere ogni minuto, ai TG, alle trasmissioni, sui giornali ed alla radio di vaccinarsi punto e chiuso ha avuto l’effetto sperato, io per quel che posso, visto che ho due dosi di vaccino fatto e che nessuno può rompermi i coglioni, non farò niente, ed ho già iniziato, che mi porti ad esibire il green pass. I politici nn possono ammettere di aver “esagerato” col super greenpass

  7. Mi chiedo quando qualcuno metterà un tappo in bocca a questi personaggi usciti da un macabro fumetto,qualcuno che abbia il coraggio e riconosca in lui la competenza ,quindi la responsabilità di essere il leader di un opposizione di una resistenza che sia al pari di questi sociopatici che detengono momentaneamente l attenzione di tutti, utilizzando mezzi vili e denigratori per l essere umano !!noi cittadini combattiamo le nostre piccole battaglie nel quotidiano ,al meglio,e al massimo delle nostre possibilità,per evitare che questa “normalita”si diffonda silenziosamente in maniera subdula a macchia d’olio, avvelenando cio che merita gratitudine e rispetto(IL VIVERE LA VITA)impiegando il nostro tempo,per preservare l’integrita dei diritti universali umani che qualcuno ha combattuto per ottenerli ,(scritti nel 48 di cui L ART 1 CITA Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.)perche crediamo che sia possibile lasciare questo mondo meglio di come lo abbiamo trovato per noi per in nostri FIGLI,e per le altre persone che lo abiteranno dopo di noi ,mi sento in imbarazzo per tutti coloro che accettano e permettano a persone senza cultura civica e umana di scegliere per loro e di delegare tutto il loro futuro a qualcuno che non ha a cuore il bene comune dell’uomo e della terra,e soprattutto non ci sono prove valide per sostenere quello esce dalla bocca di chi non si vuole bene,perche alla base il problema e questo.

  8. Mi chiedo anche quale sia la base scientifica che consente ad un turista straniero di poter alloggiare in una struttura ricettiva con il solo esito di tampone negativo mentre invece per un cittadino italiano l’esito del tampone negativo, per alloggiare nella medesima struttura, non è sufficiente.
    Accettare lo status vaccinale della nazione di provenienza del turista, come espresso dal Ministro Speranza durante la conferenza di ieri, significa anche che suddetto turista può entrare in posta? può entrare in banca? negozi? tabaccai? può entrare al ristorante? al bar? può svolgere qualsivoglia attività che attualmente è esclusiva al popolo vaccinato? che differenza c’è tra uno straniero non vaccinato ed un italiano non vaccinato? geni diversi? pelle più dura? super anticorpi?

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI