sabato 10 Dicembre 2022

Paura, ansia e disagio: l’altra pandemia che colpisce i bambini

Il Covid-19 rappresenta la «più grande crisi globale per i bambini nei nostri 75 anni di storia»: è quanto afferma l'Unicef (il fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia) all'interno di un rapporto pubblicato negli scorsi giorni, che mette in evidenza i vari modi in cui la pandemia sta «sfidando decenni di progressi fatti nei confronti delle sfide chiave legate all'infanzia». Il primo problema è quello dell'aumento della povertà, che colpisce attualmente 100 milioni di bambini nel mondo. Ma i problemi sono anche altri, apparentemente meno misurabili, ma ormai certificati da diverse ricerche sci...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso compilando i campi qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" posizionato in alto a destra, nella parte superiore del sito. 

ABBONATI / SOSTIENI

Benefici di ogni abbonato

  • THE SELECTION: newsletter giornaliera con rassegna stampa dal mondo
  • Accesso a rubrica FOCUS: i nostri migliori articoli di approfondimento
  • Possibilità esclusiva di commentare gli articoli
  • Accesso al FORUM: bacheca di discussione per segnalare notizie, interagire con la redazione e gli altri abbonati

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

3 Commenti

  1. Vivo il mondo della scuola primaria ormai da quasi quarant’anni e non mi è mai successo di assistere ad attacchi di isteria pura da parte di ragazzini ossessionati dal contatto fisico, dalla presa di un oggetto da parte di un compagno, dalla vicinanza. È un continuo e ossessivo disinfettare mani, matite, penne e addirittura abiti e capelli. Non so dove andremo a finire se questo stato di psicotico terrorismo mediatico non cesserà al più presto. Stanno producendo generazioni di alienati. Ma non sarà ciò che vogliono?

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI