domenica 19 Maggio 2024

L’inganno alimentare: come evitare le insidie delle etichette e i cibi che fanno male

Le aziende bombardano i consumatori con slogan che promettono vantaggi nutrizionali e sulla salute, puntando su un’arma che si è rivelata assai efficace. Non fanno più tanto leva sul portafoglio promettendo prezzi più bassi, bensì puntano al cuore e alle emozioni, garantendo proprietà salutistiche miracolose. E su questo punto, è dimostrato, le persone sono disposte a spendere di più, purché faccia bene alla salute. E così fioccano i prodotti “senza grassi”, le acque “povere di sodio”, i cracker “integrali e leggeri” e via dicendo.

Peccato che dietro questi slogan si nascondano molto spesso...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci 
(al costo di un caffè la settimana) e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" in alto a destra.

ABBONATI / SOSTIENI

L'Indipendente non ha alcuna pubblicità né riceve alcun contributo pubblico. E nemmeno alcun contatto con partiti politici. Esiste solo grazie ai suoi abbonati. Solo così possiamo garantire ai nostri lettori un'informazione veramente libera, imparziale ma soprattutto senza padroni.
Grazie se vorrai aiutarci in questo progetto ambizioso.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Ti è piaciuto questo articolo? Pensi sia importante che notizie e informazioni come queste vengano pubblicate e lette da sempre più persone? Sostieni il nostro lavoro con una donazione. Grazie.

Articoli correlati

5 Commenti

  1. Grazie di questo articolo… Se ce la fate approfondire anche i cereali, il pesce, la carne etc sarebbe molto interessante. Essendo nata e vissuta in campagna da giovane conosco abbastanza queste cose, per fortuna, ma i cibi in questi anni hanno subito notevoli mutazioni e quindi sarebbe molto utile sapere come districarsi meglio possibile. Grazie e complimenti

  2. Articolo interessante…magari se poteste parlare anche della Pasta/grano… UE e paesi fuori UE… c’è tanta confusione sul grano usato e creato in maniera artificiale. Grazie

Comments are closed.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI