fbpx
sabato 25 Settembre 2021

L’Unione Europea è messa alla prova dai profughi afghani

Nel 2015 l’Unione Europea tremava all’idea che ondate di rifugiati siriani potessero abbattersi verso i confini dei Paesi Membri. Mentre i Governi discutevano sul da farsi, Angela Merkel, donna a capo di una delle nazioni più potenti dell’Unione, proferiva parole che sono entrate immediatamente nella storia: «wir schaffen das», un "ce la faremo" che ha lanciato un potente segnale di apertura nei confronti dei fuggiaschi siriani.

Da allora sono passati sei anni, i giorni di Cancelliera della Merkel sono ormai agli sgoccioli e sempre più leader europei sembrano direzionati a serrare le porte ...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci e prosegui con la lettura dell'articolo

ABBONATI / SOSTIENI

Benefici di ogni abbonato

  • THE SELECTION: newsletter giornaliera con rassegna stampa dal mondo
  • Accesso a rubrica FOCUS: i nostri migliori articoli di approfondimento
  • Possibilità esclusiva di commentare gli articoli
  • Accesso al FORUM: bacheca di discussione per segnalare notizie, interagire con la redazione e gli altri abbonati