fbpx
martedì 27 Luglio 2021

Il Referendum tradito, dieci anni dopo l’acqua non sfugge al profitto

Esattamente 10 anni fa, oltre 26 milioni di cittadini italiani sancirono che l’acqua avrebbe dovuto essere un bene pubblico libero dalle logiche del profitto. Il 12 e il 13 giugno 2011 più della metà degli aventi diritto al voto si recò alle urne in occasione del sedicesimo referendum abrogativo della Repubblica. Tra gli altri quesiti, quello sui servizi idrici ottenne oltre il 95% dei consensi. Al cittadino si chiese se fosse favorevole all'abrogazione delle norme che prevedono che all'interno della tariffa dell'acqua sia compresa anche la remunerazione del capitale investito dal gestore. Tra...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Accedi alla campagna di c
rowdfunding in corso e scegli l'abbonamento che preferisci.

ABBONATI / SOSTIENI

Benefici di ogni abbonato

  • THE SELECTION: newsletter giornaliera con rassegna stampa dal mondo
  • Accesso a rubrica FOCUS: i nostri migliori articoli di approfondimento
  • Possibilità esclusiva di commentare gli articoli
  • Accesso al FORUM: bacheca di discussione per segnalare notizie, interagire con la redazione e gli altri abbonati
  • MONTHLY REPORT: speciale mensile in formato PDF con inchieste ed esclusive