sabato 3 Dicembre 2022

Tutto il mondo islamico sta protestando contro la Francia, per delle vignette

A Dhaka, in Bangladesh, migliaia di manifestanti sono scesi in piazza chiedendo il boicottaggio dei prodotti francesi e bruciando l’immagine di Emmanuele Macron. Il sostegno del presidente francese alla pubblicazione delle vignette su Maometto da parte della rivista satirica Charlie Hebdo, continua a contrariare il mondo musilmano. Una campagna di boicottaggio è in corso in Kuwait, in Giordania e nel Qatar dove alcuni negozi di alimentari hanno appeso cartelli dove dichiarano di non vendere prodotti francesi. L’Università del Qatar ha inoltre annunciato di aver rinviato indefinitamente la ‘Settimana della cultura francese’.

Israele intanto ha respinto “con sdegno” l’equiparazione del presidente turco Erdogan fra la lotta contro l’estremismo islamico in Francia e la politica dei nazisti nei confronti degli ebrei prima della Seconda guerra mondiale.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI