fbpx
venerdì 24 Settembre 2021

Colombia: paramilitari uccidono leader comunitario, è il 220° omicidio politico dell’anno

Il 10 ottobre Oswaldo Rojas, leader della comunità di Gengado, è stato assassinato dai paramilitari delle sedicenti Forze di autodifesa unite della Colombia (AGC); come dichiarato dalle organizzazioni non governative locali. È accaduto in una zona rurale di Carmen del Darién, nel dipartimento nord-occidentale di Chocó. La Commissione per la Giustizia e la pace ha incolpato il Gulf Clan, associazione criminale che opera per il crimine in quella zona.

L’episodio non è una novità per il Paese, infatti, secondo i conteggi delle ONG, dall’inizio del 2020 più di 220 leader sociali sono stati assassinati in Colombia. Per questo motivo la Commissione, ha denunciato in più occasioni il controllo territoriale dell’AGC a Bajo Atrato, evidenziando l’indifferenza/assenza delle Forze statali.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati