mercoledì 18 Maggio 2022

Colombia: paramilitari uccidono leader comunitario, è il 220° omicidio politico dell’anno

Il 10 ottobre Oswaldo Rojas, leader della comunità di Gengado, è stato assassinato dai paramilitari delle sedicenti Forze di autodifesa unite della Colombia (AGC); come dichiarato dalle organizzazioni non governative locali. È accaduto in una zona rurale di Carmen del Darién, nel dipartimento nord-occidentale di Chocó. La Commissione per la Giustizia e la pace ha incolpato il Gulf Clan, associazione criminale che opera per il crimine in quella zona.

L’episodio non è una novità per il Paese, infatti, secondo i conteggi delle ONG, dall’inizio del 2020 più di 220 leader sociali sono stati assassinati in Colombia. Per questo motivo la Commissione, ha denunciato in più occasioni il controllo territoriale dell’AGC a Bajo Atrato, evidenziando l’indifferenza/assenza delle Forze statali.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI