domenica 14 Aprile 2024

Covid: Bassetti dovrà risarcire gli eredi del premio Nobel Luc Montagnier

Matteo Bassetti è stato condannato a risarcire i famigliari dell’ex premio Nobel per la medicina Luc Montagnier con una somma di 6.000 euro a causa delle dichiarazioni offensive, pronunciate durante un evento pubblico a Sutri (Viterbo) nell’agosto 2021, in cui si dibatteva sull’origine della pandemia e sui vaccini anti-Covid. In quella occasione, alla virostar italiana venne chiesto cosa ne pensasse delle dichiarazioni del Nobel che, già nell’aprile 2020, aveva dichiarato che parte del genoma del sars-CoV-2 sarebbe stato manipolato in laboratorio. Il virus – spiegò Montagnier – sarebbe il risultato di un lavoro di biologi molecolari, realizzato con una precisione e una minuziosità «da orologiai». Questa dichiarazione costò al virologo francese (allora 87enne) parecchi attacchi personali, tra cui quello di Bassetti che lo definì addirittura «un rincoglionito con problemi di demenza senile».

Secondo il giudice del Tribunale civile di Genova, queste frasi sono state “gravemente lesive dell’onore e della reputazione del ricorrente, specificando che erano volte a ledere personalmente il professore Montagnier e a screditarne il valore come persona”, non per le teorie sostenute riguardo all’origine del virus, ma per la sua condizione umana di anziano. Oltretutto, negli ultimi mesi, gli indizi sulla possibile fuoriuscita dal laboratorio di Wuhan del Sars-Cov 2 si sono moltiplicati, rivelando che l’ipotesi di Montagnier fosse tutt’altro che da scartare.  Il giudice ha quindi parzialmente accolto la richiesta dei famigliari di Montagnier, che inizialmente ammontava a 500.000 euro, condannando Bassetti ad un risarcimento di 6.000 euro. 

Il virologo italiano, attraverso il suo legale, ha espresso l’intenzione di continuare la battaglia legale, affermando che questa condanna si sarebbe dovuta applicare anche agli haters che lo hanno insultato e diffamato negli ultimi due anni. «Se il metro di valutazione fosse stato questo anche per tutti i personaggi che mi hanno insultato e diffamato in questi due anni, adesso sarei milionario.» Ma la battaglia legale potrebbe non finire qui, visto che il virologo starebbe valutando l’idea di presentare ricorso in appello per il caso Montagnier.

Per mesi chiunque si sia permesso di sollevare un’ipotesi alternativa a quella ufficiale sull’origine “naturale” del sars-coV-2 è stato denigrato, perseguitato e ridicolizzato. Nel caso di Montagnier i media scrissero che la “comunità scientifica” smentiva il Premio Nobel e che le sue dichiarazioni erano “fantasiose”. La Repubblica titolava: “Coronavirus, perché la teoria del complotto (complice il Nobel Montagnier) a volte ritorna”, il Post parlava di “teorie infondate”, i fact-checkers di Open lo accusavano di disinformazione, mentre Il Riformista lo definiva un’icona dei No Vax e dei cospirazionisti.

Poi la teoria della nascita in laboratorio si è fatta strada fino ad essere definita «probabile» da una commissione d’inchiesta del Senato americano. Adottando il metro di giudizio applicato verso Bassetti molti altri dovrebbero probabilmente risarcire la famiglia del premio Nobel francese, deceduto l’8 febbraio 2022 pochi mesi prima di compiere 90 anni.

[di Iris Paganessi]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Articoli correlati

4 Commenti

  1. Grazie I.P.
    Ogni tanto una bella notizia. Anche si poteva fare di più.
    Ne abbiamo già parlato e scritto. Questa specie di virologi con 100 citazioni (vuol dire citati 100volte ca. nelle ricerche scientifiche) che hanno il coraggio di insultare un ricercatore che ha più di 100.000 centomila citazioni… Oltretutto (il virologo) poi si lamenta se qualche maleducato lo insulta…

  2. Beh.. Il delirio di onnipotenza tocca un poco tutti quelli che raggiungono un poco di notorietà o successo. Il mio semplice pensiero mi porta ad alcune considerazioni. Credo sia difficile pensare l’origine del virus in laboratorio… Il covid sarebbe durato meno… Tutte le epidemie degli ultimi 5 secoli sono durate tra i 2 e 5 anni per poi regolarizzarsi….. senza l’esistenza dei vaccini…. è la selezione naturale ben studiata da Charles Darwin… siamo quasi 7 miliardi sulla terra e distribuiti male… in qualche modo male naturale deve calmierare. I molti paesi dove non è stato possibile la campagna vaccinale non solo hanno avuto una vita più o meno normale (la loro normalità) ma credo sia sia persino rafforzato geneticamente…. Nei paesi sopratutto occidentali dove il pensiero unico si rafforza sempre più (il covid è un caso) non si è fatto altro che indebolire la popolazione vaccinando le persone in età riproduttiva e questo emergerà tra 4/5 generazioni….. Noi non ci saremo più.

  3. Se Bassetti ritiene che qualcuno lo ha diffamato e insultato semplicemente porta in Tribunale questo/i soggetto/i. e magari il metro di valutazione è LO STESSO e milionario lo diventa. Invece la sua tesi tragicomica è che “Siccome mi hanno insultato allora pure io posso insultare altri!”.. Ma solo in Italia……

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI