domenica 19 Maggio 2024

Nelle carceri si tortura: la retorica delle mele marce non regge più

«Il grado di civiltà di un Paese si misura osservando la condizione delle sue carceri», affermava Voltaire. Alla luce degli eventi che negli ultimi anni hanno dato uno scossone all’opinione pubblica, mostrando il fenomeno delle violenze e torture negli istituti penitenziari, appare quantomeno lecito interrogarsi sullo stato di salute della civiltà italiana. A maggior ragione in un Paese che ha iniziato a perseguire il reato di tortura soltanto nel 2017, anno in cui la previsione è stata inserita all’interno dell’ordinamento giuridico italiano. Santa Maria Capua Vetere, Bari, Ivrea, sono solo a...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci 
(al costo di un caffè la settimana) e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" in alto a destra.

ABBONATI / SOSTIENI

L'Indipendente non ha alcuna pubblicità né riceve alcun contributo pubblico. E nemmeno alcun contatto con partiti politici. Esiste solo grazie ai suoi abbonati. Solo così possiamo garantire ai nostri lettori un'informazione veramente libera, imparziale ma soprattutto senza padroni.
Grazie se vorrai aiutarci in questo progetto ambizioso.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Ti è piaciuto questo articolo? Pensi sia importante che notizie e informazioni come queste vengano pubblicate e lette da sempre più persone? Sostieni il nostro lavoro con una donazione. Grazie.

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Tutti coloro che detengono il potere, in un dato momento temporale, subiscono un’ alterazione neurologica che si può definire, in base agli studi di neurofisiologia, di tipo patologico. Ciò vale per la stragrande maggioranza delle guardie carcerarie ma in egual modo per la stragrande maggioranza delle persone a capo delle istituzioni. Ogni riferimento a fatti ( lock down, green pass) e persone (ministro della salute, presidente del consiglio, presidente della repubblica) è puramente casuale.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI