martedì 18 Giugno 2024

Il ruolo dell’esercito privato russo Wagner in Ucraina e non solo

Lo scorso martedì, esperti delle Nazioni Unite (UN) hanno richiesto un'indagine indipendente sui possibili crimini di guerra e crimini contro l'umanità commessi in Mali da parte delle forze governative maliane e dai “mercenari” della compagnia militare privata russa Wagner Group. Il Mali - governato da una giunta militare salita al potere con un colpo di stato nel 2021 - ha sempre affermato che le forze russe nel paese dell'Africa occidentale non fossero mercenari, ma addestratori che aiutano le truppe locali con attrezzature militari acquistate da Mosca. Un fatto di cronaca che ci mostra come...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci 
(al costo di un caffè la settimana) e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" in alto a destra.

ABBONATI / SOSTIENI

L'Indipendente non ha alcuna pubblicità né riceve alcun contributo pubblico. E nemmeno alcun contatto con partiti politici. Esiste solo grazie ai suoi abbonati. Solo così possiamo garantire ai nostri lettori un'informazione veramente libera, imparziale ma soprattutto senza padroni.
Grazie se vorrai aiutarci in questo progetto ambizioso.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Ti è piaciuto questo articolo? Pensi sia importante che notizie e informazioni come queste vengano pubblicate e lette da sempre più persone? Sostieni il nostro lavoro con una donazione. Grazie.

Articoli correlati

1 commento

  1. Grazie E.P.
    Articolo interessante che ci aiuta a ricordare (senza retorica) che il diritto e la ragione sia difficilmente rintracciabile da un lato o dall’altro del fronte. Ci aiuta a ricordare che cosa sia la guerra: è la morte della ragione, del dialogo, della civiltà. La fine dell’UMANITA’.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI