martedì 9 Agosto 2022

Siccità e spreco idrico, la fake news sulle responsabilità individuali

La nostra Penisola sta vivendo una delle peggiori siccità della storia. In alcune aree, in particolare, si osservano condizioni di aridità critiche, come non le si vedeva da 70 anni. Tra queste, al Sud, figura la penisola Salentina mentre  al centro, la Toscana, insieme a Lazio e Marche. Al Nord, dove quasi nessuna regione è stata risparmiata, i dati peggiori li registrano Piemonte, Lombardia ed Emilia Romagna, così come la fascia più orientale di confine tra il Veneto e il Friuli-Venezia Giulia. A Settentrione la situazione, da subito apparsa più drammatica, è riconducibile ad una combinazion...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso compilando i campi qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" posizionato in alto a destra, nella parte superiore del sito. 

ABBONATI / SOSTIENI

Benefici di ogni abbonato

  • THE SELECTION: newsletter giornaliera con rassegna stampa dal mondo
  • Accesso a rubrica FOCUS: i nostri migliori articoli di approfondimento
  • Possibilità esclusiva di commentare gli articoli
  • Accesso al FORUM: bacheca di discussione per segnalare notizie, interagire con la redazione e gli altri abbonati

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

13 Commenti

  1. Articolo interessante, grazie a S.V. ed a tutti i commenti.
    E’ certo che una specie di governo come quello italiano nel suo duro lavoro di scendiletto degli USA e delle Multinazionali, Banche…etc… difficilmente troverà il tempo di sprecare decreti per le cose importanti che, ad esempio, sono ARIA, ACQUA e TERRA… Questo lo capiamo bene.
    Invece consiglierei la visione di un documentario importante (Kiss the ground, baciare la terra, con sottotitoli)
    Questo film, con contributi di scienziati ed agricoltori, ci spiega che con una maggiore consapevolezza si possono facilmente migliorare le condizioni del pianeta… e poi magari scuotere i tappetini e liberarsi degli acari e dei finti politici.

    https://kisstheground.r36.it

  2. Articolo interessante, grazie a S.V. ed a tutti i commenti.
    E’ certo che una specie di governo come quello italiano nel suo duro lavoro di scendiletto degli USA e delle Multinazionali, Banche…etc… difficilmente troverà il tempo di sprecare decreti per le cose importanti che, ad esempio, sono ARIA, ACQUA e TERRA… Questo lo capiamo bene.
    Invece consiglierei la visione la visione di un documentario importante (Kiss the ground, baciare la terra, con sottotitoli)
    Questo film, con contributi di scienziati ed agricoltori, ci spiega che con una maggiore consapevolezza si possono facilmente migliorare le condizioni del pianeta… e poi magari scuotere i tappetini e liberarsi degli acari e dei finti politici.

    https://kisstheground.r36.it

  3. Per me, nessun problema o emergenza vera o presunta verrà mai risolta finché non si libereranno le istituzioni dai criminali che attentano alle nostre vite. Al contrario, le emergenze e le soluzioni farlocche da questi create e messe in atto saranno destinate a moltiplicarsi e scandire la nostra esistenza.

  4. Senza essere nessuno avevo già capito che il problema sono le innumerevoli perdite idriche. Anche qui colpevolizzare rende di più e soprattutto creerà ulteriori divisioni e lotte la stategia è sempre quella usata per il covid

    • Il punto non é questo però, qui si parla di cambiamengi climatici e della mancanxa di piogge. Io passo spesso dalle campagne in Veneto e vedevo negli anni quanta acqua veniva spruzzata nei campi a profusione con una mega pompa piazzata su un carrello ,anche un ingnorante comprende che un getto di quello che spara a 60 metri consuma l’anima chi te muort! Che a confrondo il lavandino di casa é l’acqua che gocciola. Quello che pet vissuto posso dire é che tra ospedali e bar ci sono un sacco di water che perdono.

  5. Certo, l’acqua è un bene vitale, come l’aria, ma l’Italia continua ad essere in mano ad “amministratori” senza qualità, così che la loro totale inconsistenza professionale, salvo rare minoranze, spesso ostacolate, fa da contraltare alle privatizzazioni tipo ponte Morandi. L’oligarchia intrallazzona, da sempre al potere non ha interesse al bene comune, ma solo a come restare in sala comando, v

  6. Se si punta il dito contro il privato singolo cittadino per l’uso scorretto di una risorsa pubblica (l’acqua) a maggior ragione non si dovrebbe prevedere che soggetti commerciali privati traggano vantaggio economico dalla stessa risorsa. L’acqua è un bene comune e, come tale, la sua gestione non può essere data in mano ai privati. Le ordinanze di cui sopra sono solo tasselli verso l’ennesimo esproprio di una risorsa o servizio comune a favore del lucro dei soliti.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI