lunedì 6 Febbraio 2023

Strage di Capaci, la DIA perquisisce la casa dell’inviato di Report

Questa mattina la DIA ha perquisito l’abitazione di Paolo Modani, giornalista di Report: lo ha comunicato il conduttore del programma, Sigfrido Ranucci, tramite i social. L’operazione sarebbe volta a sequestrare atti riguardanti l’inchiesta andata in onda lunedì scorso sulla strage di Capaci. Durante il programma è infatti emerso che nel corso delle indagini svolte nel 1992 sarebbero state fornite “preziose informazioni circa la preparazione della strage di Capaci (quindi prima del tragico evento), nonché circa la funzione svolta da Biondino Salvatore quale autista del latitante Salvatore Riina, molti mesi prima che lo stesso venisse catturato in compagnia dello stesso Biondino”, affermazioni “totalmente smentite” dalla Procura. Il decreto di perquisizione, tuttavia, porterebbe la data del 20 maggio, ovvero 3 giorni prima la messa in onda del servizio.

Ultime notizie

La guerra in Ucraina logora chi (ufficialmente) non la fa?

Scriveva lo storico Fabrizio Maria Lo Monaco che “La diplomazia a volte conta più della politica” e, se questo...

L’ultima puntanta dei Twitter Files svela la bufala dei bot russi

«Era una truffa». Così nella quindicesima puntata dei Twitter Files, il giornalista indipendente Matt Taibbi ha smontato l’accusa di...

I portuali di Genova chiamano tutti a una grande manifestazione per la pace il 25 febbraio

I portuali del CALP (Collettivo Autonomo Lavoratori Portuali) di Genova, da anni impegnati nel contrasto al traffico di armi...

L’ennesimo suicidio in Università e il sistema spietato dell’istruzione di “eccellenza”

Il primo gennaio una studentessa di quasi 20 anni che frequentava il primo anno della facoltà di Arti e...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI