giovedì 19 Maggio 2022

Putin ha lanciato un appello a tutti i cittadini europei

“Non so con quali armi si combatterà la terza guerra mondiale, ma so quelle con le quali si combatterà la quarta: sassi e bastoni”, la paternità della celebre frase è dubbia, seppur attribuita dai più ad Albert Einstein. Come che sia, le parole rilasciate dal presidente russo Vladimir Putin in conferenza stampa, con preghiera di diffusione “ai lettori e agli utenti di internet”, ripercorrono il medesimo concetto. «Capite o no che se l’Ucraina si unisse alla NATO e provasse militarmente a riprendere la Crimea i paesi europei si ritroverebbero automaticamente in guerra con la Russia? Certo la potenza della NATO e della Russia sono incomparabili, lo capiamo, ma sappiamo anche che la Russia è una delle principali potenze nucleari e in alcune componenti della modernità è davanti a molti. Non ci saranno vincitori in questa guerra».

Le parole del preside russo, rilasciate durante la conferenza stampa svoltasi al Cremlino dopo l’incontro con il presidente francese Macron, lo scorso 8 febbraio, non sono state riportate con la dovuta importanza sui media europei ed italiani, al solito impegnati a fornire una lettura unilaterale e filo-americana della disputa. Per questo abbiamo scelto di sottotitolarle e riportarle integralmente, in quanto si tratta di un monito che tutti gli europei dovrebbero avere ben chiaro, a cominciare possibilmente da chi siede nei posti di governo. Le tensioni con la Russia sono foraggiate da un paese, gli Usa, che si trova a migliaia di chilometri di distanza dall’Ucraina, mentre l’Europa si trova immediatamente a tiro delle conseguenze di questo pericoloso Risiko, con conseguenze economiche ed energetiche che già vediamo chiaramente e con rischi militari incalcolabili. Per questo è importante cercare di capire quanto sta avvenendo, cosa che per altro abbiamo già cercato di spiegare con dovizia di particolari in questo articolo.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

2 Commenti

  1. Putin è un presidente che sa come farsi rispettare e sa anche come giocarsi bene le mosse per non far detonare una bomba, che a mio parere, sembra esser già stata preparata e pronta ad esplodere, dalla NATO, per poi dar la colpa alla Mosca… Saggio ed intelligente, sta lavorando,in modo e maniera che ciò non accada.. Se dovessi scegliere, lo vorrei come mio presidente

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI