domenica 25 Settembre 2022

Birmania, 4 anni di carcere per San Suu Kyi

Aung San Suu Kyi, leader birmana arrestata nel corso del colpo di stato dello scorso febbraio, è stata condannata da un tribunale militare a 4 anni di carcere. Le accuse contro di lei sono di possesso di walkie-talkie senza licenza e violazione delle norme di sicurezza contro il covid. Se la leader fosse giudicata colpevole di tutti gli altri capi di imputazione contestategli, rischierebbe fino a 100 anni di prigione. Sono poche le notizie che trapelano riguardo al suo caso, perchè il processo si sta svolgendo a porte chiuse e ai suoi avvocati è stato ordinato di non parlare del caso, ma è chiaro a molti che le accuse rivoltele siano politicamente motivate.

Ultime notizie

Rapporto ONU: l’Italia non è in grado di proteggere i cittadini dalle sostanze nocive

Un rapporto durissimo, che mette in ombra l'inazione dello stato italiano nella protezione dei cittadini veneti di fronte ai...

Recensioni indipendenti: Le donne dell’IRA (documentario)

Documentario storico del 1972 della durata di 51 minuti (disponibile su RaiPlay). Girato a Belfast pochi mesi prima del...

La mobilitazione popolare sta salvando i daini del Delta del Po

Nessun candidato al bando per la cattura e la macellazione dei daini del Parco del Delta del Po, scaduto...

Elogio della follia

Perché ragionare quando si va a votare? Davanti alla scheda è l'istinto che deve prevalere, la sana idea di...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI