venerdì 20 Maggio 2022

Birmania, 4 anni di carcere per San Suu Kyi

Aung San Suu Kyi, leader birmana arrestata nel corso del colpo di stato dello scorso febbraio, è stata condannata da un tribunale militare a 4 anni di carcere. Le accuse contro di lei sono di possesso di walkie-talkie senza licenza e violazione delle norme di sicurezza contro il covid. Se la leader fosse giudicata colpevole di tutti gli altri capi di imputazione contestategli, rischierebbe fino a 100 anni di prigione. Sono poche le notizie che trapelano riguardo al suo caso, perchè il processo si sta svolgendo a porte chiuse e ai suoi avvocati è stato ordinato di non parlare del caso, ma è chiaro a molti che le accuse rivoltele siano politicamente motivate.

Ultime notizie

A San Didero da un anno centinaia di agenti presidiano un cantiere vuoto della TAV

L'area dove sarebbe dovuto sorgere il cantiere dell'autoporto di San Didero, opera collaterale alla linea TAV, si estende su...

Arrivano i primi casi di vaiolo delle scimmie: in Europa già si ordinano i vaccini

Il primo caso italiano è stato identificato allo Spallanzani di Roma, lo stesso istituto dove nel gennaio 2020 venne...

L’Italia avrebbe proposto un piano in 4 fasi per risolvere la crisi in Ucraina

Un piano di pace in 4 passaggi che porti gradualmente alla risoluzione del conflitto in Ucraina: questo il contenuto...

Lo Sri Lanka ha dichiarato ufficialmente bancarotta

La crisi economica e finanziaria che lo Sri Lanka si porta dietro ormai da diversi mesi, è arrivata ad...

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI