martedì 17 Maggio 2022

Ufficiale: introdotto l’obbligo vaccinale per gli over 50

Il Consiglio dei Ministri ha approvato all’unanimità l’obbligo vaccinale per tutti i residenti in Italia di età superiore ai 50 anni. Dall’entrata in vigore e fino al 15 giugno l’obbligo riguarderà solo gli inoccupati (pensionati e disoccupati), mentre dal prossimo 15 febbraio per tutti gli over 50 servirà il super green pass (quindi vaccinazione o contagio da meno di sei mesi) per tutti i lavoratori dei settori pubblici e privati. Gli over 50 senza super green pass, dopo il quinto giorno di assenza ingiustificata, potranno essere sospesi «per un periodo non superiore a dieci giorni lavorativi», rinnovabili fino al 31 marzo 2022, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del posto di lavoro. Ad essere esentati, secondo la bozza presentata al Cdm, saranno solo i lavoratori di alimentari e farmacie.

Ancora non è chiaro come il Governo intenda far rispettare l’obbligo. Innanzitutto: quale pena sarà comminata a chi non si vaccina per avendo più di 50 anni? Sanzioni pecuniarie? Carcere? Inoltre, come verrà fatto rispettare l’obbligo? Difficile pensare si scelga di inviare la forza pubblica a prelevare i renitenti all’inoculazione. Per comprendere a fondo la strategia governativa occorrerà attendere la pubblicazione del testo. Ancora una volta una misura di tale rilevanza viene approvata tramite decreto legge, nei confronti di un Parlamento ormai esautorato di ogni prerogativa costituzionale. Con l’iniziativa del tutto in mano ad un presidente del Consiglio che in tema Covid è stato ripetutamente propagatore di fake news.

A quanto si apprende, l’obbligo vaccinale prevede eccezioni per casi di «accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale o dal medico vaccinatore».

AGGIORNAMENTO:  Questo articolo è stato pubblicato in corsa, a pochi minuti di distanza dall’approvazione del cosiddetto “obbligo vaccinale” da parte del Consiglio dei Ministri. In data 06/01 abbiamo approfondito la questione andando a fondo della normativa di riferimento. Una versione più aggiornata dei contenuti del decreto approvato, con importanti specifiche, è disponibile in questo articolo: “Quello approvato dal Governo è realmente un obbligo vaccinale?“.

 

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

32 Commenti

  1. Aspetterò di leggere la Gazzetta ufficiale: se davvero è un ” obbligo”( e non credo) dovranno assumersi la responsabilità e non esiste firmare uno scarico. Se invece è il solito balzello per impedire di vivere a chi non si assoggetta, è il solito sistema. E si va avanti.

  2. Per quanto mi riguarda mi farò sospendere dal lavoro, ma non cedo a questi ricatti. In due anni ci hanno raccontato tutto ed il contrario di tutto, se avessero, fin dall’inizio, giocato a carte scoperte probabilmente non si sarebbe creata questa situazione. Ma la domanda che mi faccio, oggi più che mai, se mai andremo a votare a chi darò il mio voto????

    • Si stanno formando nuovi partiti proprio per riunire tutte le persone che la pensano come noi e che vogliono rimettere l’Uomo al centro del suo destino. Ti segnalo Ancora Italia, vai a dare un’occhiata al loro sito e informati su Visione Tv. Esiste ancora brava gente, e noi lo stiamo dimostrando ogni giorno con la nostra resistenza e il nostro coraggio. Ma dobbiamo unirci, siamo tanti, se ci riuniamo sotto un partito comune, possiamo fare la differenza alle prossime elezioni. Da soli, ormai, non si va più da nessuna parte.

  3. Premesso che questi qui hanno il demonio dentro, ma la volete capire che questi 4 dementi che abbiamo al governo sono dei codardi, non hanno il coraggio di mettere l’obbligo per tutti; non sono nemmeno capaci di distruggerci. Continuano a volerci obbligare con tutte le escamotage possibili a farci questo siero. Io resisto e anche voi dovete resistere lo fanno per farci paura, ma alla fine siamo noi che stiamo vincendo e vinceremo!!!!

      • Dati: nei reparti COVID ci sono quasi solo non vaccinati, nelle terapie intensive la differenza è ancora più evidente. Moltissime persone non vengono curate per altre gravi patologie perché gli ospedali sono sopraffatti. Può essere definita libertà quella che condanna qualcun’altro?

        • Se la narrazione corrispondesse alla realtà ci si potrebbe interrogare sul fatto.
          Ci si potrebbe anche chiedere come mai si sia puntato tutto su un’unica ipotetica strategia pur essendoci altre
          strade per la prevenzione, cura tempestiva , o comunque terapia alternative a quella più sponsorizzata.
          Siamo così sicuri che “la cabina di regia” stia agendo nell’esclusivo interesse sanitario dei cittadini?
          Perché, se cosi sicuri della validità della soluzione proposta, non ci si vuole prendere direttamente la responsabilità ma la si delega al cittadino mettendo in atto stratagemmi sempre più restrittivi?

        • Vorrei conoscere la fonte di questi dati! Che poi il problema delle mancate prestazioni sanitarie (e le conosco bene avendo malato oncologico in casa) non sono certo dovute all’occupazione delle terapie intensive, ma alla mancanza di personale e alla delinquenziale politica sanitaria degli ultimi decenni. Basti guardare le tempistiche di esami strumentali in ospedale, che certo non centrano con i contagi covid, ma che magicamente si trovano dall’oggi al domani nelle strutture private. È ora di finirla con la favoletta che gli ospedali non stanno dando cure a causa della pandemia, c’è solo volontà di agevolare il sistema privato, li si lavora h24 anche in “pandemia”…che poi dati “empirici” che ho personalmente ad oggi, nel mio ufficio sono malati di covid 4 con terza dose e una con seconda. Credo che la gestione di questi due anni, e per chiamarla gestione ci vuole coraggio, sia stata disastrosa. Un governo degno degno deve tenere conto di tutte le opinioni, ascoltare anche altre proposte, qui si perpetua un sistema che è chiaro non funzionare a discapito di tutto il paese. E questa è logica ragionata, non opinione.

        • Ma quali dati? La smettete di ripetere a pappagallo le menzogne che racconta la TV? Ascolta questa relazione del Prof. Donzelli: i contagiati e gli ospedalizzati sono tutti vaccinati e dopo solo tre mesi l’efficacia del vaccino diventa negativa, cioè i vaccinati si infettano e si ammalano per il 70% in più rispetto ai non vaccinati. Dati statisticamente normalizzati tra le due popolazioni di vaccinati e non vaccinati, quindi niente fantasmagorico effetto Simpson a cui aggrapparsi: https://youtu.be/64u_gtzd4E4

        • Peccato che quelli “ufficiali” siano dati manipolati, una “narrazionel fatta apposta per diffondere terrore e, in questo modo, annullare le coscienze della gente, affogandole nel panico.
          La pandemia è stata gestita con finalità politiche camuffate da necessità di salvezza.
          E poi quale salvezza? Quella di essere marionette ubbidienti con la testa di legno ?
          Questa di cui vi hanno convinto non è la realtà: è propaganda di stato, lavaggio del cervello.
          Niente di buono o giusto si potrà mai ottenere con i ricatti e la prevaricazione.

        • Enrico Ereno: “Può essere definita libertà quella che condanna qualcun altro?”. Assolutamente no, infatti è proprio quello che sta facendo chi (come Lei, presumo) aderisce senza battere ciglio all’attuale campagna di vaccinazione.
          Se (dati ISS) la media dei decessi è 80 anni e la stragrande maggioranza del totale ha 3 o + patologie pregresse, che diritto ha un cittadino “occidentale” di vaccinarsi (tra l’altro con n°. dosi) PRIMA di un soggetto fragile o un operatore sanitario di paesi che per un sistema perverso di mercato non hanno potuto acquisire trattamenti.
          Prima dunque togliamo i brevetti dai vaccini, li distribuiamo equamente e mettiamo in sicurezza i soggetti fragili a livello globale. Fatto questo (cioè – secondo me – mai) potremo iniziare a parlare di misure sanitarie emanate per il benessere della comunità.
          Fino a quel momento, chi come me sceglie per varie ragioni di non operare un atteggiamento collaborazionista verso un sistema palesemente iniquo, non potrà accettare di buon grado moralismi di sorta da altri cittadini che mancano completamente di consapevolezza e visione d’insieme, né tantomeno ovviamente da classi politiche ed entità mediatiche che perpetuano un’oligarchia economico sociale travestita (non tanto bene) da democrazia rappresentativa.

        • Intanto impara a leggere i dati del ISS… 70% positivo sono vaccinati, 55% ricoverati sono vaccinati e 55% dei morti sono vaccinati… Inoltre se vuoi considerare un problema il 15% delle terapie intensive piene… Allora è proprio vero che ti fanno fatto il lavaggio del cervello… L’emergenza purtroppo ce l’hanno solo i covidioti nella testa

    • Nel Consiglio dei ministri ci sono solo i ministri…l’esecutivo che decide…il Parlamento però ha dato in bonaria il suo lasciapassare e poi ratificherà il Decreto legge…insomma qualcosa del genere…i miei studi sono un pò datati…

    • Io se dovessi scegliere vorrei scontare la pena in carcere…se sarà tra le opzioni
      Voglio macchiarmi la fedina penale che mostrerò con orgoglio ai miei nipoti…a Dio piacendo
      E dirò loro…la nonna non era scesa a ricatti
      Mi sento come il personaggio Truman che nel finale, sulla barca mentre il regista aumenta la forza dei venti, lui lo sfida ad aumentarla ancora di più…la stessa rabbia
      54 anni

      • Idem cara signora. Io ho 51 anni, tre figli di 13, 25 e 17 anni. Sono divorziata e figlia unica di un malato oncologico e di una asmatica che hanno vinto il Covid a Natale 2020. A primavera hanno ceduto alla dose di “rinforzo”, mia madre danneggiata dalla stessa ha ad oggi problemi neurologici che non le permettono di camminare senza sostegno. Se accade qualcosa a me, chi curerà i miei cari? Ho contratto contratto il Covid in ottobre scorso, superato senza problemi dopo un settimana di febbre. A fine ne quarantena ero negativa, conosci inoculati in terza dose che dopo tre tamponi sono ancora positivi. Mi dispiace, ma se alla scadenza del mio GreenM da guarita dovrò scegliere, sarà la sospensione e qualche santo provvederà. Buona resistenza anche a lei

  4. Ma mi chiedo come fa la gente che ancora va dietro a questa massa di burocrati ignoranti (in primis i cosiddetti ‘giornalisti’) a non vedere?
    L’unica cosa che riescono a fare è conformarsi ad una linea, nemmeno la propria, che peraltro non segue nemmeno logica e buon senso.
    Ma come fanno a non farsi domande? A non vedere? Ormai è chiaro.
    Povera Italia ridotta ad una massa di esseri non senzienti.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI