lunedì 22 Aprile 2024

Le mani di Eni e Leonardo sulla “transizione ecologica” italiana

In Europa, tra il 2015 e il 2021, sono stati accertati almeno 71 casi di 'revolving door' - letteralmente 'porte girevoli' - che collegano la politica all'industria fossile. Stiamo parlando del fenomeno secondo cui i dipendenti di un'industria passano a ricoprire incarichi politici e viceversa, o perfino in contemporanea. Particolarmente allarmante è il caso di Eni, interessata da ben dieci casi. Un sistema colluso che, a dirla tutta, non interessa solamente le industrie petrolifere. Già poi ampiamente noto per quanto riguarda la finanza, a quanto pare non risparmia nemmeno le politiche ambien...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci 
(al costo di un caffè la settimana) e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" in alto a destra.

ABBONATI / SOSTIENI

L'Indipendente non ha alcuna pubblicità né riceve alcun contributo pubblico. E nemmeno alcun contatto con partiti politici. Esiste solo grazie ai suoi abbonati. Solo così possiamo garantire ai nostri lettori un'informazione veramente libera, imparziale ma soprattutto senza padroni.
Grazie se vorrai aiutarci in questo progetto ambizioso.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Che Cingolani fosse un individuo poco raccomandabile me n’ero accorta appena l’ho sentito dirsi d’accordo sul nucleare (fregandosi beatamente dei referendum con i quali gli italiano hanno detto NO a chiare lettere a questa forma di energia), e poi anche quando l’ho sentito dire che il pianeta è progettato per non più di 3 miliardi di persone. A proposito di questo, mi è piaciuto tantissimo l’intervento dell’attrice comica Teresa Mannino su una delle prime puntate di Zelig di quest’anno, che ha detto al ministro che se le cose stanno così, iniziasse lui a dare l’esempio, e noi l’avremmo seguito!

  2. In Italia e in tutto il resto del mondo potere politico ed economico sono la stessa cosa, quindi vedo un futuro nero per l’ambiente, intanto noi ci stiamo azzuffando come i capponi di Renzi alla ricerca del tampone e vaccino salvifico…

Comments are closed.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI