giovedì 2 Dicembre 2021

Il pesce d'allevamento non è buono: né per noi, né per l'ambiente

Negli ultimi decenni si è affermato un nuovo metodo atto a sfamare la popolazione mondiale: l’acquacoltura. Si tratta dell'allevamento di pesci ed altri organismi acquatici in ambienti confinati e controllati dall'uomo, che comunemente è ritenuto meno impattante della pesca industriale. Tuttavia, analizzando tutto ciò che l’acquacoltura comporta, ci si rende conto che essa non rappresenta una buona alternativa alla pesca intensiva né dal punto di vista nutrizionale, né da quello ambientale.
I danni della pesca industriale
Partendo da quest’ultimo punto, basterà ricordare che da una ricerca p...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci e prosegui con la lettura dell'articolo

ABBONATI / SOSTIENI

Benefici di ogni abbonato

  • THE SELECTION: newsletter giornaliera con rassegna stampa dal mondo
  • Accesso a rubrica FOCUS: i nostri migliori articoli di approfondimento
  • Possibilità esclusiva di commentare gli articoli
  • Accesso al FORUM: bacheca di discussione per segnalare notizie, interagire con la redazione e gli altri abbonati