giovedì 2 Dicembre 2021

Australia, via all’obbligo vaccinale anti-Covid: 5.000 $ di multa a chi si rifiuta

Nel Territorio del Nord, un territorio federale dell’Australia, una vasta fetta di lavoratori sarà obbligata a sottoporsi al ciclo completo di vaccinazione anti Covid entro 2 mesi: chi non si vaccinerà in questo periodo di tempo, infatti, non sarà autorizzato ad occupare il suo posto di lavoro e potrebbe ricevere una multa da 5.000 dollari. Nello specifico, come annunciato nella giornata di mercoledì dal Primo Ministro del territorio, Michael Gunner, i soggetti obbligati dovranno sottoporsi alla prima dose del vaccino entro il 12 novembre ed alla seconda entro il 24 dicembre.

In base a quanto riportato dal sito del governo, si intuisce che sono davvero molti i lavoratori che saranno interessati da tale misura. Infatti, precisamente dovranno sottostare all’obbligo vaccinale coloro che sono a contatto diretto con persone vulnerabili, coloro che lavorano in un ambiente ad alto rischio e tutti gli individui che svolgono lavori in «infrastrutture essenziali», che hanno a che fare con «la sicurezza o l’approvvigionamento di cibo o beni essenziali», o con «la logistica».

Si tratta solo dell’ultima misura restrittiva ad essere stata imposta in Australia. Nello scorso periodo, infatti, è emerso il fatto che Canberra si è dedicata approfonditamente all’utilizzo dei dati biometrici, arrivando a supervisionare la quarantena pandemica tramite gli smartphone. Inoltre, bisogna anche ricordare che l’obbligo vaccinale è già stato imposto dal governo australiano ai lavoratori del settore edile, i quali sono anche scesi in piazza per protestare contro tale imposizione.

Stando alle statistiche riportate dal governo australiano, il 66% degli australiani ha completato il ciclo vaccinale, mentre l’84% della popolazione si è sottoposto alla prima dose.

[di Raffaele De Luca]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

4 Commenti

  1. grazie all’Australia vediamo dove come e quando le libertà individuali i diritti fondamentali dell’uomo vengono annulati…
    questa forzatura al trattamento medico sierologico genico sperimentale da parte dell’Autorità auto-eletta ad Imperatore con diritto di vita o di morte sopra i prorpi sudditi, è il chiaro segnale di dove ci stannnno portando! La nuova gestione dell’essere umano….

  2. Morti in Italia da 1 Gennaio al 31 luglio nella fascia di eta 15 -74 anni:

    – 2020 – 99,668 morti – 106.2% sulla media degli anni 2011-2019
    – 2021 – 102.433 morti – 109.1% sulla media degli anni 2011-2019

    appare evidente l’efficacia dell’azione del governo, vaccinazione compresa.
    Ricordo a tutti che la Cina ha risolto tutti i problemi da più di 1 anno,
    tutte le attività sono completamente regolari da Aprile 2020,
    non ci sono vaccinazioni obbligatorie ne tantomeno Green Pass.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati