fbpx
venerdì 17 Settembre 2021

Con il pretesto della pandemia in Europa stanno arretrando i diritti democratici

«Brandendo la pandemia come pretesto, le autorità di alcuni paesi hanno adottato severe misure di sicurezza e adottato misure di emergenza per sopprimere le voci dissonanti, abolire la maggior parte delle libertà fondamentali, mettere a tacere i media indipendenti e ostacolare il lavoro delle organizzazioni non governative». Era il mese di febbraio quando il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, lanciava l'allarme al Consiglio annuale per i diritti umani. Nemmeno un anno dopo possiamo dire che le parole risuonano come una profezia che puntualmente si sta avverando. Non sol...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci e prosegui con la lettura dell'articolo

ABBONATI / SOSTIENI

Benefici di ogni abbonato

  • THE SELECTION: newsletter giornaliera con rassegna stampa dal mondo
  • Accesso a rubrica FOCUS: i nostri migliori articoli di approfondimento
  • Possibilità esclusiva di commentare gli articoli
  • Accesso al FORUM: bacheca di discussione per segnalare notizie, interagire con la redazione e gli altri abbonati