sabato 2 Luglio 2022

Le auto elettriche sono veramente sostenibili?

Tra le fonti di gas serra che intaccano gli equilibri climatici un posto importante lo occupano i trasporti. A livello europeo questi sono responsabili del 30% delle emissioni di CO2, e di queste emissioni il 60% proviene dalle automobili. Ma non è tutto: i gas prodotti dalle auto sono anche fonte di inquinanti atmosferici come le polveri sottili ed ultrasottili (PM 10 e PM 2,5) che ogni anno solo in Italia provocano 12.000 decessi secondo le stime dell'OMS, concentrate principalmente nella pianura padana.

Secondo i piani del Green Deal europeo, che pianifica come perseguire la neutralità c...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso compilando i campi qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" posizionato in alto a destra, nella parte superiore del sito. 

ABBONATI / SOSTIENI

Benefici di ogni abbonato

  • THE SELECTION: newsletter giornaliera con rassegna stampa dal mondo
  • Accesso a rubrica FOCUS: i nostri migliori articoli di approfondimento
  • Possibilità esclusiva di commentare gli articoli
  • Accesso al FORUM: bacheca di discussione per segnalare notizie, interagire con la redazione e gli altri abbonati

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

2 Commenti

  1. L’auto non deve e spero non sarà mai superflua, perché simbolo di libertà e strumento di mobilità che ha rilanciato l’economia mondiale nel secondo dopoguerra, contribuendo in maniera decisiva al nostro boom economico.
    L’automobile non è il nemico dell’ambiente è il suo uso sbagliato il nemico.
    È vero, bisogna rendere efficienti i trasporti pubblici, ma sono anni che lo si dice e non lo si fa.
    La bicicletta è un ottimo mezzo di trasporto, se abiti in città di pianura, sfido chiunque ad utilizzarla in collina, se non per sport.
    Le due ruote, soprattutto d’estate, sono ottime è già ampiamente utilizzate.
    Magari per muoversi in città si potrebbe evitare di comprare automobili da 5 metri per 3, tipiche delle stradone americane.
    In definitiva l’automobile è solo un simbolo che si vuole colpire per colpire il nostro essere, per rieducarci come fatto con la bufala pandemia degli ultimi 16 mesi.

  2. Tanti “SE” per ridurre la temperatura di 1 grado e per ridurre l’impatto delle auto, responsabili del 9% dell’inquinamento…. Tra l’altro i test a cui si fa riferimento, provengono dagli stessi ambienti che hanno avallato i test che portarono al diesel gate e all’hybrid gate. Nessuna menzione all’impatto ambientale che l’infrastruttura dell’elettrico causerebbe (rete, distribuzione ecc). Lo smaltimento delle batterie finora è operato da 1 o 2 aziende nel mondo, visti i costi. E ancora si attendono le prove del riscaldamento globale, che dal 2020 si chiama cambiamento climatico antropico: la prova della responsabilità dell’uomo non c’è, qualunque accademico lo sostenga o dimostri, viene escluso dal discorso, bannato, attaccato. Tipo la teoria gender, i dubbi sul COVID ecc ecc. È Lascienza™.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI