giovedì 27 Gennaio 2022

150 operai sfruttati e minacciati per costruire yacht di lusso: 8 arresti a La Spezia

La Guardia di Finanza di La Spezia ha scoperto che una società che realizzava yacht di lusso, sfruttava e minacciava con la violenza 150 dipendenti. Le fiamme gialle, dopo vari accertamenti e intercettazioni, hanno arrestato 8 persone. L’operazione, condotta tra La Spezia, Savona, Ancona e Carrara, si è conclusa con la confisca di circa 900.000 euro.

Gli operai, prevalentemente di origine bengalese, venivano pagati dai 4 ai 5 euro all’ora con turni fino a 14 ore, sotto il controllo di caporali loro connazionali. Nessun giorno di festa o permessi e in caso di infortunio, erano costretti a rilasciare false dichiarazioni al pronto soccorso che li medicava. L’azienda risultava essere in regola sotto ogni profilo: buste paga, permessi, ferie e bonifici. Tuttavia, gli operai erano costretti a restituire parte della retribuzione dichiarata e chi non rispettava queste condizioni, veniva minacciato o subiva violenza fisica.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Ultimi

Correlati