venerdì 27 Maggio 2022

Amazon penalizza i piccoli venditori: la Commissione Europea apre un’indagine

La Commissione europea ha aperto un caso di concorrenza sleale nei confronti di Amazon, per il sospetto che siano state violate le norme antitrust dell’Ue. L’Europa, in particolare, contesta il fatto che il colosso eviti i normali rischi della concorrenza. In qualità di fornitore di servizi di mercato, Amazon, ha accesso a dati aziendali non pubblici. I risultati preliminari della Commissione mostrano che questi ultimi fluirebbero direttamente negli algoritmi dell’azienda, che li utilizzerebbe per calibrare offerte e strategie a discapito dei venditori stessi. Se confermato, ciò violerebbe l’articolo 102 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE), che vieta l’abuso di una posizione dominante sul mercato.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI