fbpx
sabato 25 Settembre 2021

Nel mondo troppe luci artificiali: i danni per la natura sono ingenti

Secondo un team di biologi dell’Università di Exeter, l‘illuminazione umana del pianeta cresce di portata e intensità circa del 2% l’anno, creando un problema paragonabile al cambiamento climatico. Causa infatti una ridotta impollinazione da parte di insetti, disordine agli alberi che germogliano ed agli animali marini che vagano erroneamente nell’entroterra…

Lo studio riunisce 126 documenti per valutare l’estensione dell’impatto: il risultato è un effetto complessivamente distruttivo. Negli ultimi 5-10 anni, infatti, la quantità di illuminazione sulla Terra è aumentata in modo esponenziale e gli effetti sono diventati più evidenti. In particolare la sostituzione delle lampadine color ambra morbida con i LED bianchi ha provocato una maggiore intensità delle luci. A differenza della crisi climatica, tuttavia, risolvere il problema dell’illuminazione significherebbe risparmiare, ma sarebbe necessario un salto di qualità del pensiero collettivo.

 

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati