fbpx
sabato 25 Settembre 2021

La Danimarca abbatterà 15 milioni di visoni per paura che diffondano il Covid

La Danimarca abbatterà più di 15 milioni di visoni, per il timore che una mutazione Covid-19 nell’animale possa trasmettersi di nuovo all’uomo, mettendo a repentaglio i futuri vaccini. Ieri il primo ministro danese, Mette Frederiksen, ha affermato che il virus mutato ha già infettato 12 persone e che i visoni sono ora un rischio per la salute pubblica. Il servizio d’emergenza nazionale è già stato mobilitato per l’abbattimento degli animali e sradicherà l’intera mandria danese.

La Danimarca è il più grande produttore al mondo di pellicce di visone. In 1100 strutture alleva dai 15 a 17 milioni di animali, per un valore di oltre 350 milioni di euro all’anno. Secondo gli ultimi dati dell’Amministrazione veterinaria e alimentare danese, le infezioni da Covid-19 sono state trovate in oltre 200 allevamenti di visoni.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati