sabato 28 Gennaio 2023

La maggioranza ha approvato gli emendamenti che smontano il Reddito di cittadinanza

Questa notte, dopo una settimana di lavori a singhiozzo, è terminato l’esame in commissione della legge di bilancio. Sono stati approvati dall’organo della Camera diversi emendamenti di maggioranza, tra cui quelli che accelerano lo smantellamento del Reddito di cittadinanza, obiettivo più volte dichiarato dal governo Meloni. È passato così l’emendamento presentato dal gruppo “Noi moderati” che farà perdere il reddito anche in caso di rifiuto di una offerta di lavoro non congrua, ovvero con stipendio esiguo o con luogo dell’impiego distante oltre 8o chilometri dalla propria abitazione. Approvato anche un emendamento che, per i giovani tra 18 e 29 anni, condiziona l’erogazione del sussidio al completamento del ciclo di studi.

Si ricorda che per “offerta congrua” si intendeva la proposta di un’occupazione compatibile con le proprie capacità e competenze, che prevedesse una retribuzione superiore del 20% rispetto all’assegno e che si svolgesse a una distanza entro 80 km dalla residenza o raggiungibile entro 100 minuti con il trasporto pubblico.

La discussione della legge di bilancio, modificata dagli emendamenti approvati in commissione, è prevista domani 22 dicembre alle ore 8 a Montecitorio, con il voto di fiducia atteso per venerdì. La questione di fiducia, invocata per far fronte ai tempi stretti, precluderà ai deputati la possibilità di discutere ulteriori modifiche. Il classico “prendere o lasciare” che da ormai un decennio potenzia le prerogative del governo a discapito del Parlamento.

[di Salvatore Toscano]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Articoli correlati

5 Commenti

  1. Cos’è la destra, cos’è la sinistra…vecchia e profonda canzone di Giorgio Gaber. Come sempre ci ritroviamo al governo una grande accozzaglia di scaldapoltrone. Il compito precipuo di uno Stato moderno è quello di garantire a (quasi) tutti gli abili un posto di lavoro congruamente retribuito, tutelare i disabili, garantire un’ efficacie sistema sanitario, in primis, di prevenzione e poi di terapia pubblico ed infine garantire una previdenza sostenibile. Il resto può essere delegato al privato.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI