mercoledì 28 Settembre 2022

Il price cap e il rischio di una “tempesta globale”

I paesi dell’Unione europea si trovano sull’orlo di un possibile collasso economico a causa della grave crisi energetica che ha causato un’inflazione alle stelle e che rischia di mettere sul lastrico migliaia di imprese. Da qui l’urgenza delle istituzioni comunitarie di fornire sostegni economici a famiglie e aziende, calmierando i costi dei beni energetici: così, dacché dovevano servire a strangolare l’economia russa, le sanzioni stanno mettendo un cappio sempre più stretto al collo degli stessi Paesi sanzionatori che sono costretti a prendere contromisure d’urgenza. Tra queste, l’ultima rigu...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso compilando i campi qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" posizionato in alto a destra, nella parte superiore del sito. 

ABBONATI / SOSTIENI

Benefici di ogni abbonato

  • THE SELECTION: newsletter giornaliera con rassegna stampa dal mondo
  • Accesso a rubrica FOCUS: i nostri migliori articoli di approfondimento
  • Possibilità esclusiva di commentare gli articoli
  • Accesso al FORUM: bacheca di discussione per segnalare notizie, interagire con la redazione e gli altri abbonati

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

12 Commenti

  1. Non sono un economista in quanto nella mia vita faccio altro; ma da quel che ne so i tassi d’interesse vanno aumentati quanto un’economia troppo espansiva genera inflazione; qui invece l’inflazione nasce da un esorbitante incremento dei costi dell’energia e delle materie prime, che porta alle imprese incremento dei costi e contrazione del fatturato… aumento dei tassi d’interesse significa chiudere i rubinetti del credito oltre che del gas.
    Vorrei sapere cosa ne pensano i grandi tecnici, da Mario Monti a Draghi.
    Se sto dicendo fregnacce non fatevi remore a dirmelo: “In una discussione chi ci guadagna e’ chi finisce per aver torto: perche’ alla fine ha imparato qualcosa di nuovo”.

  2. Ci vorrebbero grandi statisti come la Merkel e Kissinger, mentre invece il mondo e’ in mano a dei nani mentali…va a vedere che l’unico vero grande statista nel mondo e’ proprio l’odiato Putin: riconoscerne finalmente la lungimiranza finirebbe paradossalmente per portarci vantaggio invece di inseguire ossequiosamente quel nano di Biden; che ragiona da primadonna imbellettata ferita…e che il gas e il petrolio se li produce mentre noi siamo “alla canna del gas”…

  3. Beh…la realtà si commenta da sola e chi decide per noi è al suo posto… sob… messi da noi! Uscirne è molto difficile e ci vorrà molto tempo e sicuramente la nostra generazione vedrà sempre più lacrime e sangue. Coraggio in primis vivere o meglio sopravvivere…

  4. Buongiorno ma sti fetenti satanisti dell’elitte pensano che siamo tutti cojioni?ma che credete ad aumentare son solo i ricavi degli intermediari ,le lobby e gli speculatori,che acquistano al solito brezzo concordato da anni,per rincararlo di anche il quadruplo,,parassiti,un gruppo che lucra quotidianamente su persone che vogliono vivere

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI