lunedì 23 Maggio 2022

50 medici hanno querelato il virologo Matteo Bassetti

Nel corso della puntata televisiva della trasmissione Zona Bianca andata in onda su Rete4 il 19 gennaio scorso il virologo genovese Matteo Bassetti aveva definito i medici del Comitato per le terapie domiciliari precoci Covid «quattro santoni millantatori, fattucchieri e maghi, che hanno curato la gente con la liquirizia e gli infusi d’acqua fredda. Anzi non le hanno curate in quanto è morta un sacco di gente». Per tale motivo cinquanta di questi medici, guidati dall’avvocato Erich Grimaldi, hanno presentato una querela presso la Procura della Repubblica di Napoli contro Bassetti e il deputato dem Andrea Romano, presente alla trasmissione.

Nel corso della puntata, Bassetti aveva aggiunto che dietro alle terapie domiciliari vi fosse “solo un grande business senza alcuna volontà di curare i pazienti, con terapie addirittura paragonate a quelle di stregoni e millantatori”, riportano i medici all’interno della querela. L’avvocato Grimaldi ha anche fatto notare che i video andati in onda nel corso della trasmissione mostravano in maniera evidente il logo del Comitato terapia domiciliare.

La replica del virologo non ha tardato ad arrivare: «Non ho fatto nessuna accusa specifica nei confronti di nessuno» dichiara Bassetti, «ma vedo che sono stato accusato di un comportamento illecito, come se avessi ammazzato qualcuno, secondo l’avvocato Erich Grimaldi, che querelerò». «Attendo con ansia la querela di Bassetti» ha risposto Grimaldi, «così finalmente potremo chiarire, innanzi la magistratura penale, coinvolgendo anche il Ministero della Salute, il motivo per cui nel nostro paese, sia stata utilizzata l’unica arma della vaccinazione, senza considerare le esperienze dei territori».

[di Valeria Casolaro]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

8 Commenti

  1. io e mia moglie siamo stati curati con grande competenza da una dottoressa di cure domiciliari e ne siamo stati veramente contenti per l’alta profesiionalità dimostrata a differenza dei consigli criminali ricevuti dal mio medico di base che suggeriva la tachipirina e la vigile attesa come da protocollo nazionale.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI