martedì 23 Aprile 2024

Chiesa Cattolica e pedofilia in Italia: una questione nascosta

Quello degli abusi sessuali all'interno della Chiesa Cattolica - nonostante la presenza di quest'ultima nel territorio nazionale sia sostanziale - è un tema su cui in Italia non si è finora mai indagato e sul quale, d'altro canto, non si è nemmeno mai tenuto un serio dibattito pubblico e politico. Adesso però, sulla scia di alcune recenti inchieste condotte in altri paesi europei tramite le quali la pedofilia si è confermata essere un fenomeno alquanto diffuso nel clero, anche nel nostro Paese qualcosa inizia a muoversi: la Chiesa, o almeno una parte di essa, sembrerebbe infatti aver aperto la...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci 
(al costo di un caffè la settimana) e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" in alto a destra.

ABBONATI / SOSTIENI

L'Indipendente non ha alcuna pubblicità né riceve alcun contributo pubblico. E nemmeno alcun contatto con partiti politici. Esiste solo grazie ai suoi abbonati. Solo così possiamo garantire ai nostri lettori un'informazione veramente libera, imparziale ma soprattutto senza padroni.
Grazie se vorrai aiutarci in questo progetto ambizioso.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Articoli correlati

4 Commenti

  1. Secondo me, bisogna fare attenzione a non trasformare il tutto in una caccia alle streghe: gli stessi dati dei rapporti francesi sono stati giudicati eccessivamente elevati, in quanto a volte basati più su sospetti che non su reali denunce, processi e condanne. Il rischio è quello di ripetere quanto avvenuto in America negli anni Duemila, con diocesi che pagavano risarcimenti dinanzi alla sola minaccia di far scoppiare scandali pubblici che avrebbero leso la credibilità della Chiesa, anche quando questi erano totalmente inventati. Bisogna sempre operare con carità nella verità: ad esempio, non c’è nessuna prova da parte di insabbiamenti da parte di Joseph Ratzinger, il quale ha anche pubblicato due bellissime lettere in merito (una proprio in risposta alle accuse tedesche: https://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2022/02/08/0092/00182.html#it). Non si può far finta che non esista anche questo, né che la pedofilia nelle istituzioni ecclesiastiche discenda anche da un modo, per così dire, “disinvolto” con cui le diocesi sono state gestite dottrinalmente e moralmente negli ultimi decenni.

Comments are closed.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI