mercoledì 18 Maggio 2022

Le “sfide globali” delle élite emerse al World Economic Forum 2022

Anche quest’anno si è svolto il consueto Forum economico mondiale: dal 17 al 21 gennaio i più influenti capi di governo hanno incontrato il gotha della finanza internazionale, delle multinazionali, delle grandi società high tech e del mondo scientifico nella consueta cornice di Davos, nelle Alpi svizzere. Fondato dall’ingegnere ed economista tedesco Klaus Schwab nel 1971, il World Economic Forum (WEF) è noto per il suo potere di influenza sulle politiche e i processi decisionali dei singoli Stati, in un modo spesso interpretato - non senza ragioni - come una interferenza illegittima nel proces...

Questo è un articolo di approfondimento riservato ai nostri abbonati.
Scegli l'abbonamento che preferisci e prosegui con la lettura dell'articolo.

Se sei già abbonato effettua l'accesso compilando i campi qui sotto o utilizza il pulsante "accedi" posizionato in alto a destra, nella parte superiore del sito. 

ABBONATI / SOSTIENI

Benefici di ogni abbonato

  • THE SELECTION: newsletter giornaliera con rassegna stampa dal mondo
  • Accesso a rubrica FOCUS: i nostri migliori articoli di approfondimento
  • Possibilità esclusiva di commentare gli articoli
  • Accesso al FORUM: bacheca di discussione per segnalare notizie, interagire con la redazione e gli altri abbonati

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

9 Commenti

  1. Ottimo articolo, sul tema fondamentale della nuova “governance globale”, che non è altro che un totalitarismo globale in mano a una elite di potentissimi fanatici della tecnologia, dell’informatica, del transumanesimo.
    A chi interessato ad approfondire, suggerisco caldamente di leggere “Il capitalismo della sorveglianza” della prof. Shoshana Zuboff, Ed. Luiss 2019, libro impegnativo ma illuminante.
    A chi vuole avere un’idea generale della situazione mondiale riguardo al controllo globale tramite identità digitale, suggerisco di leggere questo inquietante ma ben documentato articolo, online a: https://thegrayzone.com/2021/10/19/health-wealth-digital-passports-surveillance-capitalism/ anche tradotto (non impeccabilmente) a: https://www.controinformazione.info/salute-pubblica-o-ricchezza-privata-come-i-passaporti-digitali-dei-vaccini-stanno-aprendo-la-strada-a-un-capitalismo-di-sorveglianza-senza-precedenti/
    Infine mi chiedo come sia possibile che un libro come come “COVID-19: The Great Reset, di Klaus Schwab, NON sia tradotto e pubblicato in italiano, mentre è pubblicato in inglese, spagnolo, francese e tedesco.
    Invito tutti i difensori della specie umana ad andare oltre la narrazione “sanitaria” che stiamo vivendo, per riconoscere il programma più ampio che ci sta dietro e pianificare un’adeguata RESISTENZA.

    • Gli strumenti per rispondere e scardinare i piani sono paradossalmente gli stessi che propone il WEF. Basta solo prenderne coscienza e giocare al loro sporco gioco coinvolgendo i pensatori liberi e sostituendo l’interesse comune all’interesse delle èlite.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI