mercoledì 7 Dicembre 2022

La Sicilia sfida il Governo: accesso ai traghetti senza super green pass

Anche ai passeggeri privi di super green pass, diretti verso la Penisola, dalle ore 14:00 della giornata di oggi possono attraversare lo Stretto di Messina con i traghetti: è quanto disposto da un’ordinanza firmata dal presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. Il provvedimento è stato adottato «al fine di garantire e salvaguardare la continuità territoriale, l’accesso e l’utilizzo dei mezzi marittimi di trasporto pubblico per l’attraversamento dello Stretto di Messina nonché per i collegamenti da e per le Isole minori siciliane». A tal proposito la disposizione riconosce la stessa facoltà anche agli abitanti delle Isole minori siciliane e, inoltre, resterà vigente fino alla cessazione dello stato di emergenza.

Per l’accesso ai mezzi di trasporto marittimo per l’attraversamento dello Stretto di Messina e per il movimento dalle Isole minori, tuttavia, benché non sia necessario il possesso del super green pass, è consentito soltanto a chi può esibire il referto negativo di un tampone antigenico o molecolare. Inoltre, nell’ordinanza si legge che «ai soggetti che si avvalgono delle navi aperte per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina a bordo di autovetture o di altro mezzo di trasporto è fatto divieto di abbandonare il mezzo medesimo per tutto il tempo della traversata». Se, invece, si tratta di pedoni, questi ultimi «sono obbligati a permanere negli spazi comuni aperti delle imbarcazioni, restando al contrario inibito l’accesso ai locali chiusi». In ogni caso, viene poi precisato che «è fatto obbligo per tutti i passeggeri di mantenere indossata, per tutto il periodo di permanenza a bordo dei suddetti mezzi di trasporto marittimo, una mascherina Ffp2».

Tale ordinanza, con cui Musumeci si è schierato contro quanto disposto dal governo centrale, mette fine all’efficacia della norma dello stesso, che aveva stabilito recentemente l’estensione del super green pass ai mezzi di trasporto prevedendo – tramite un’ordinanza del Ministero della Salute – una deroga a tali regole solo per determinati spostamenti da e per le isole minori fino al 10 febbraio. «Poniamo fine così ad un’assurda ingiustizia ai danni soprattutto dei passeggeri siciliani. Una norma discriminatoria del governo centrale al quale abbiamo fatto appello già da due settimane, affinché si rimediasse» ha affermato Musumeci, il quale ha sottolineato di voler sperare che «anche il collega Occhiuto della Calabria – al quale ha preannunciato la sua iniziativa – intenda adottare lo stesso provvedimento».

[di Raffaele De Luca]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

7 Commenti

  1. Anche il Presidente calabrese Occhiuto ha avuto il coraggio di contrastare la politica governativa. Solidarietà ai due novelli Tribuni della Plebe che hanno ripristinato la continuità territoriale interrotta. Un esempio per gli altri 18 Presidenti.

  2. Se siete regioni a statuto speciale ci sarà un motivo , questo di prendere decisioni contro L illogica governativa , è una di quelle .
    Complimenti al Presidente Musumeci che con coraggio da un segnale di democrazia e comprensione umana .

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI