mercoledì 7 Dicembre 2022

Il Governo impone per l’ennesima volta il voto di fiducia sul super green pass

Inizierà oggi l’iter di approvazione alla Camera del cosiddetto “super green pass”. La misura, già approvata come decreto da parte del governo, per rimanere in vigore dovrà essere convertita in legge dal Parlamento entro il prossimo 25 gennaio. Tuttavia il governo non intende nemmeno concedere una settimana di tempo per dibattere, emendare e votare il testo ai rappresentanti dei cittadini. Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, ha infatti già posto a nome del governo la questione di fiducia. Come se non bastasse, secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa, il presidente della Camera Roberto Fico ha chiesto ai gruppi parlamentari l’impegno di effettuare il voto finale sul provvedimento entro mercoledì sera con la giustificazione che serve tempo «permettere la riorganizzazione degli spazi in vista della seduta comune del Parlamento il 24 gennaio per l’elezione del capo dello Stato».

Ancora una volta, come in occasione di ogni precedente che ha riguardato le restrizioni introdotte durante la pandemia, i parlamentari non potranno emendare nessuno dei punti stabiliti dal Governo, nemmeno per modificare gli aspetti del decreto che hanno creato una evidente disparità per gli abitanti delle isole, ai quali è di fatto impedito di poter accedere a servizi primari di base se privi di vaccinazione, con conseguenza anche gravissime come nel caso della donna sarda malata di tumore alla quale è stato impedito di imbarcarsi per Roma, dove avrebbe dovuto sottoporsi ad un intervento chirurgico urgente all’ospedale Gemelli.

Il decreto sulla certificazione verde rafforzata è già stato approvato dal Senato, quella della Camera sarà quindi la conversione definitiva. Inoltre, al Senato sono stati introdotti emendamenti che hanno reso ancor più restrittivo il testo, introducendo ad esempio l’obbligo vaccinale anche per gli studenti dei corsi di laurea impegnati nello svolgimento dei tirocini pratico-valutativi per il conseguimento dell’abilitazione all’esercizio delle professioni sanitarie sono obbligati a vaccinarsi entro il 15 febbraio. Senza inoculazione, booster compreso, questi non potranno infatti accedere alle strutture dove si svolgono i tirocini. Il tutto in sfregio anche alle osservazione fatte direttamente da Amnesty International, la principale organizzazione non governativa al mondo in tema di diritti umani, che ha richiesto al governo italiano di “permettere anche alla popolazione non vaccinata di continuare a svolgere il proprio lavoro e di utilizzare i mezzi di trasporto, senza discriminazioni”.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

22 Commenti

  1. La nostra repubblica parlamentare si è trasformata in presidenziale poi da presidenziale a regime puro.
    Ci ricorderemo i partiti e i nomi dei singoli che hanno appoggiato questa deriva e ci ricorderemo anche i nomi dei direttori di giornali e tg oltre che giornalisti vari che hanno appoggiato il progetto e oscurato la verità.

  2. E vergognosa L agonia parlamentare che si trascina , credono di riuscire a sopravvivere quando in realtà sono già morti e lo si vede dalle decisioni che approvano senza neanche comprendere il loro scopo di esistenza politica .
    E solo questione di tempo il buio non può durare per sempre, e la luce sta arrivando con tutta la sua forza illuminando la verità è briciando la menzogna di questi anni .

  3. Per il Sig. Ereno
    Lei sa che un vaccinato con “solo” 2 dosi viene considerato non vaccinato?

    Sulle ragioni di chi non vuole vaccinarsi, perlomeno con questo “vaccino” Le consiglio un’interessante lettura sugli effetti avversi (fonte OMS) : vigiacces.org

  4. Ormai il Parlamento e i diritti di base sono considerati alla stregua di una zanzara fastidiosa in estate, e come tale
    schiacciata con violenza e senza pensarci.

    La cosa grave è che sembra che solo alcuni riescano a vedere tutto ciò…questi criminali hanno lavorato di fino, toccando la paura atavica della morte e annebbiando totalmente le menti, nella maniera più facile che esista del “divide et impera “.

    Confido in una giustizia, qualunque essa sia, prima o poi arriverà.

  5. Il 10% non vaccinato occupa il 73% dei posti nelle terapie intensive e più o meno le stesse percentuali valgono per i posti letto ordinari. Questa è realtà. Che poi questo governo abbia un atteggiamento menefreghista delle regole democratiche posso concordare, è un fatto grave. Ma qua si confonde un assurdo orgoglio no vax con le critiche (condivisibili) ad un governo arrogante. Se fosse vostro il figlio che deve rinviare una fondamentale operazione per un cancro perché manca il posto in terapia intensiva?

    • Enrico si svegli dall’ipnosi e la guardi la realtà, per favore.
      Chi è in terapia intensiva è lì perché ne ha bisogno e c’era posto quando è arrivato, non c’è altra considerazione valida degna di un paese che si dice civile, tutte le altre sono discriminatorie.
      Della disponibilità di posti in terapia intensiva ne è responsabile in ultimo termine il ministro della salute, attraverso le politiche sulle infrastrutture sanitarie. La mancanza di posti è un fallimento di tali politiche, sempre a proposito di realtà.
      Chieda al suo ministro 3 cose:
      – perché i suoi predecessori hanno adottato politiche di taglio delle spese piuttosto che di miglioramento dei servizi
      – perché lui stesso avalla queste politiche effettuando ulteriori tagli, sia nel bilancio attuale che nel prossimo
      – perché ha direttamente causato tanta pressione sulle strutture ospedaliere, fin dall’inizio della pandemia, impendendo ai medici di base di fare il proprio lavoro, cosa che sanno ormai anche i sassi e finalmente ha riconosciuto anche una istituzione come il TAR del Lazio (dopo due anni!)

      Mirco

    • Non mi interessano i dati perché reputo siano falsati cone hanno fatto negli ultimi 2 anni vorrei far notare che questa malattia è curabilissima con le terapie domiciliari vedi esempio il Dott Galli checon 3 dosi ha salvato la pelle grazie alle cure domiciliari approvate da tempo, i malati interapia intensiva mi risulta siano tutti over 60 che sono stati curati con la cibalgina e perl’infausto protocollo di Speranza e dei suoi compagni di merende è stato bocciato dal tar del Lazio. Questi hanno fatto morire migliaia di persone e ne dovranno rispondere!

      • La realtà la vedo con i miei occhi, non mi servono intermediari: parlo di cose che sperimento ogni maledetto giorno da due anni, è il mio lavoro. La realtà falsata è quella di chi dice sì potersi curare tranquillamente a casa e poi arriva in ospedale saturando 80%. Certo 9 su 10 c’è la fanno con le cure domiciliari, ma non va sempre bene. Ma siccome tutto succede dentro le mura degli ospedali, per chi è fuori quella è l’unica realtà. E sono stanco, molto stanco, di bugie, di complottismi fuori dal mondo, di accuse di non curare, di non capire, di non sapere. Nel frattempo ci consumiamo nell’indifferenza ostile di chi sa tutto informandosi su YouTube.

  6. Concordo e sottoscrivo il commento del Sig. Andrea Giacomelli, anche io nella medesima situazione
    2 tamponi a settimana, di media, per poter lavorare, ma tutto ciò non conta più
    E’ chiaro che il problema non è controllare l’epidemia, ma costringere i pochi rimasti a farsi iniettare un vaccino, palesemente inefficace, senza prendersi le responsabilità di eventuali reazioni avverse. La cosa preoccupante è che, a quanto pare, la maggior parte dei nostri connazionali, continua a fidarsi di questi “galantuomini”

    • Tra l’altro tamponi che loro stessi indicano come fallibili oltre il 40%, allora mi chiedo perchè cazzo sto pagando quasi 150 euro al mese per poter lavorare? E’ un’indecenza vera e propria, altro che contenimento dei contagi, e spero che venga fatta qualle class action contro lo stato italiano per riavere indietro questi soldi che ci sono stati estorti per far arricchire chi gestisce questo circo!

      • Non lo fanno solo x i soldi ma x imporre un potere che è sovranazionali e il governo ubbidisce a ordini superiori ma non per questo sono meno criminali .Seguono una agenda già scritta dal Nuovo Ordine Mondiale a Davos
        Una agenda che prevede 7 passaggi ben precisi e noi in questo momento siamo tra la 5a e la 6a in cui scrivono quello che sta accadendo ora e che prevede la chiusura di piccole e medie imprese e il controllo totale della popolazione .

  7. Io continuo a non capire come siamo potuti arrivare ad una situazione come questa in cui si dice tutto e il contrario di tutto e sembra che la maggior parte delle persone sia completamente ipnotizzata in ‘modalità obbedienza ‘ con cervello in stand by. Ho paura ma resisto finché posso.

  8. Concordo con i commenti precedenti.
    Questi criminali hanno ancora poco tempo e poiché non hanno raggiunto lo scopo prefissato, gli altri criminali di Davos lo faranno fuori cercando rimpiazzi migliori. Non l’avranno vinta noi resisteremo sino alla fine e oltre. La verità li spazzerà via tutti. Lasciamoli fare il suo corso.

  9. La democrazia in Italia è morta ed una giunta dittatoriale è oggi al potere. Quando, nonostante i gravi errori, 2 ministri della repubblica? Non accennano minimamente a dimettersi, quando l’opposizione va a braccetto con il governo, quando non esiste più la discussione parlamentare, quando si gioca con l’eterna emergenza per non cedere il potere, vuol dire che siamo ormai pronti per la dittatura!!!

  10. la verità esce sempre. E’ solo questione di tempo. Voglio vedere la faccia di Draghi e di tutti i suoi seguaci dietro le sbarre. La rabbia della popolazione sta aumentando in modo esponenziale. Prima o poi succede qualcosa di grave, mi auguro che “quel qualcosa di grave” si verifichi a Montecitorio

  11. Il regime continua…farabutti, discriminatori, infami. Vi dovete vergognare !! Io, sano come un pesce, ogni 3 gg faccio il tampone che puntualmente NEGATIVO, dal 15 non potrò andare al lavoro se non vaccinato! Dov’era lo stato d’emergenza ad Ottobre? E le puntuali castronerie dette a mezzo stampa e tv ?! Avete fallito su tutti i fronti e continuate a perseguitare le persone SANE che hanno deciso di non vaccinarsi ? Qual’è il vero motivo? Niente dialogo, niente confronto , solo repressione ! Siete dei maledetti .
    E’ questa la democrazia? E’ questo il vostro concetto di libertà?
    MI FATE SCHIFO ..il tempo sarà galantuomo con Voi ed i vostri compari di merenda ( media in primis).

    Mi auguro e VI AUGURO che sarete prima o poi giudicati per tradimento della costituzione ed arrestati tutti !
    VERGOGNA !!!!

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI