domenica 28 Novembre 2021

Ancora un fine settimana di cortei contro il green pass in tutta Italia: le immagini

Anche nell’ultimo fine settimana decine di migliaia di persone hanno manifestato contro il certificato verde in tutta Italia. Da nord a sud moltissime città italiane sono state attraversate da proteste, spesso molto partecipate, che come spesso accade non hanno goduto di alcuna copertura mediatica, eccezion fatta per qualche giornale locale. Eppure, la piccola e non esaustiva raccolta di video indipendenti da noi effettuata, dimostra che l’entità delle proteste non si stia affievolendo, nonostante in certe piazze si sia arrivati al quindicesimo sabato consecutivo di proteste. Di seguito i video raccolti da alcune delle proteste italiane.

A Genova si è tenuto il quindicesimo sabato di protesta consecutivo. Il corteo guidato dai portuali è partito da piazza Matteotti sfilando per via San Lorenzo. Presente anche una delegazione di portuali triestini.

Non si placano le manifestazioni di protesta a Trieste. Mercoledì sono tornati in piazza i portuali, mentre Giovedì 28 ottobre si è tenuto un corteo, molto partecipato, lungo le vie della città.

Anche a Udine la manifestazione di questo fine settimana ha avuto dimensioni notevoli, cinquemila partecipanti secondo gli organizzatori, che hanno scandito cori non solo contro il passaporto sanitario, ma contro le politiche del governo Draghi.

A Milano migliaia di persone di sono ritrovate in piazza Duomo, e poi una buona parte di queste si è spostata sotto la sede della Rai per chiedere una informazione migliore sul tema della gestione pandemica.

Iniziative in molte città della Toscana. Da Pisa, a Livorno, a Siena si è protestato contro l’obbligo di green pass. Naturalmente è scesa nuovamente in strada anche Firenze, dove un corteo molto nutrito ha attraversato le vie del centro.

Da nord a sud, le proteste hanno interessato tutta la penisola. Centinaia di persone si sono ritrovate anche a Foggia, sabato sera, in un corteo pacifico partito da piazza Cavour ed diretto in piazza Cesare Battisti.

[la redazione]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

2 Commenti

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati