fbpx
giovedì 21 Ottobre 2021

3,9 mila miliardi: è quanto i super ricchi si sono messi in tasca durante la pandemia

Si aggiorna il conteggio delle disuguaglianze crescenti durante la pandemia. Dall’inizio dell’emergenza Covid, in un periodo in cui buona parte della popolazione ha sofferto disoccupazione, povertà e incertezza i miliardari (circa 2000 in totale, su una popolazione di 7 miliardi) hanno guadagnato quasi 4 mila miliardi di dollari. Per rendere l’idea è una cifra pari al pil della Germania e praticamente doppia rispetto a quello dell’Italia. A renderlo noto un’inchiesta sull’impatto avuto dal Covid sulla disuguaglianza a livello globale pubblicato da Oxfam.

Secondo il resoconto Oxfam, i 10 miliardari più ricchi hanno guadagnato da soli 540 dei 3,9 mila miliardi. Una cifra che basterebbe a pagare una dose di vaccino per ogni singolo abitante della terra nonché a prevenire completamente la povertà post-pandemia. Gli aumenti di patrimonio più impressionanti li hanno visti Elon Musk, che ha guadagnato 128,9 miliardi di dollari, e Jeff Bezos, che ne ha guadagnati 78.2. La situazione non è però limitata agli Stati Uniti: in Medio Oriente i miliardari si sono arricchiti del 20% e in Sud America del 17%. Il tutto mentre i poveri (chi vive con 5,5 dollari al giorno) sono più che raddoppiati. Durante la crisi del 2008 i miliardari avevano impiegato qualche anno a riassestare i propri patrimoni, mentre stavolta sono bastati pochi mesi. Questo è un segno che la disuguaglianza a livello mondiale si sta aggravando e non sta subendo nessuna limitazione nemmeno da parte dei governi.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiano né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di “The Week” prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati