mercoledì 29 Giugno 2022

Cambiamento climatico: le piante assorbono sempre meno CO2

Gli ecosistemi stanno diventando meno efficienti nell’assorbire l’anidride carbonica, ciò innescherà un circolo vizioso che esalterà l’impatto del cambiamento climatico. Uno studio condotto dalla Nasa e pubblicato sulla rivista Science rileva che la capacità di immagazzinare CO2 è diminuita per ben l’86% delle aree. Il processo in questione viene comunemente definito effetto di fertilizzazione della CO2 (CFE): le piante usano l’anidride carbonica assorbita dall’aria per convertirla in nutrimento, con conseguenze per le dinamiche di crescita della vegetazione. L’anidride carbonica è solo una delle componenti che regola il ciclo di vita delle piante. Il calo è quindi determinato da una diminuzione degli altri fattori, tra cui l’umidità dei terreni e la concentrazione di azoto e fosforo.

I ricercatori hanno analizzato una serie di dati derivanti da osservazioni, rilevazioni sul campo e dataset basati su modelli. L’obiettivo era cercare di stabilire il ruolo che ci si può aspettare dalle piante nel compensare e mitigare il cambiamento climatico negli anni a venire, e quindi valutare la reazione della vegetazione all’aumento della concentrazione di anidride carbonica nell’atmosfera. “Analizzando i migliori dati a lungo termine disponibili dal telerilevamento e modelli all’avanguardia della superficie terrestre, abbiamo scoperto che dal 1982 la CFE media globale è diminuita costantemente dal 21% al 12% per 100 ppm di CO2 nell’atmosfera”, spiega Ben Poulter, coautore dello studio e scienziato presso il Goddard Space Flight Center della NASA.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI