sabato 2 Luglio 2022

L’Italia spenderà 5 miliardi di euro per comprare degli aerei spia high-tech

L’Italia avrà la più grande flotta di aerei da spionaggio elettronico d’Europa. Il governo italiano ha deciso di acquistare altri otto jet Gulfstream G-550 dotati di sistemi di spionaggio da Stati Uniti e Israele, in aggiunta ai due già in servizio. I velivoli saranno in grado di individuare, analizzare e disturbare qualsiasi impulso su un’area vastissima. Il costo di un aereo è di circa 60 milioni di euro, mentre quello dei sistemi di spionaggio supera i 400 milioni per ciascuno. Al momento sono stati stanziati 1.223 milioni, che basteranno per soli due velivoli completi: gli altri sei resteranno in attesa dei fondi per attrezzarli. Il costo finale dell’operazione dovrebbe aggirarsi sui cinque miliardi.

Finora, la politica estera italiana non ha preso posizioni decise nelle crisi del Mediterraneo. Ma il governo ha sottolineato la «trasversalità e imprevedibilità delle future minacce, quella terroristica in primo luogo, ma anche l’utilizzo di armi di distruzione di massa e l’instabilità regionale». Il programma, presentato dal governo Conte due settimane fa, mira quindi a rafforzare l’attività di intelligence nel Mediterraneo in previsione di minacce future.

 

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI