giovedì 6 Ottobre 2022

Firenze: carabinieri arrestati per estorsioni e ricatti ai commercianti

Due carabinieri del Nas sono stati arrestati a Firenze ed ora si trovano in esecuzione di custodia cautelare, in carcere. Sono accusati di aver preteso somme di denaro da commercianti e professionisti in cambio dell’insabbiamento di presunte irregolarità riscontrate durante le verifiche. Altre due persone sono finite ai domiciliari nell’ambito della stessa indagine: un ex maresciallo della Guardia di finanza e un viticoltore. I due carabinieri, sospesi dal 30 aprile 2020, si trovavano agli arresti domiciliari poiché colti in flagrante, mentre incassavano 8.000 euro da una dentista, per scongiurare la chiusura del suo studio. Secondo quanto emerso, il finanziere ed il viticoltore avrebbero agito da intermediari tra i due militari del Nas e i commercianti presi di mira. Tra i reati a vario titolo concussione, induzione indebita a dare o promettere utilità e falso in atto.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI