venerdì 27 Maggio 2022

Pompei: rinvenuti 2 corpi nella Villa suburbana di Civita Giuliana

I corpi pressoché integri di due uomini, un 40enne avvolto in un mantello di lana e il suo schiavo, sono stati ritrovati durante gli scavi a Pompei. E’ la nuova scoperta rivelata in esclusiva da ANSA. Il ritrovamento è avvenuto solo alcuni giorni fa durante uno scavo in corso dai primi mesi del 2020, presso la grande villa suburbana a Civita Giuliana (700 metri a Nord di Pompei).

“Una scoperta davvero eccezionale” per il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, perché “per la prima volta dopo più di 150 anni è stato possibile realizzare i calchi perfettamente riusciti delle vittime e delle cose che avevano con sé nell’attimo in cui sono stati investiti e uccisi dai vapori bollenti dell’eruzione”. Si tratta dell’antica tecnica di realizzazione dei calchi, ideata nell’Ottocento da Giuseppe Fiorelli, che prevede l’introduzione di una colata di gesso liquido nelle cavità lasciate dai corpi.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI