lunedì 16 Maggio 2022

L’Amazzonia si sta trasformando in una savana: potrebbe essere un disastro

 

Il polmone verde sudamericano potrebbe diventare un ambiente torrido, simile a quello africano: il 40% dell’attuale foresta Amazzonica è sul punto di non ritorno verso questa trasformazione. A segnalarne l’alto rischio è un’analisi sui cambiamenti delle regioni tropicali, condotto dallo Stockholm Resilience Centre. Il processo causerebbe un ulteriore impatto sul clima mondiale e, una volta innescato, sarà impossibile da invertire. L’Amazzonia gioca infatti un ruolo importantissimo nell’assorbire l’anidride carbonica dall’atmosfera, causa del surriscaldamento globale. Inoltre il cambiamento porterebbe anche alla scomparsa di gran parte delle specie animali e vegetali.

La mutazione di vaste porzioni dell’Amazzonia è collegata alla deforestazione ed alla scarsità d’acqua, dovuta ai cambiamenti climatici. Gli incendi scoppiati quest’anno nella foresta amazzonica sono stati i peggiori dell’ultimo decennio e sono aumentati del 60% rispetto all’anno passato.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI