sabato 2 Luglio 2022

L’Italia ha multato Google perché pubblicizza siti di scommesse e gioco d’azzardo

Google ha violato la normativa nazionale che vieta la pubblicità su gioco d’azzardo e scommesse; per questo motivo, come stabilito dal decreto Dignità del 2018, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) ha multato il colosso tecnologico per il servizio Google Ads, che permette l’indicizzazione e la promozione di siti web. Tramite il software e il posizionamento pubblicitario, infatti, si sono diffusi link che rimandavano a siti d’azzardo. L’azienda ne è responsabile poiché l’inserzionista paga a Google un compenso per garantirsi la massima visibilità e diffusione.

Anche negli Usa, il colosso sta affrontando problemi legali: accusato di abuso di posizione dominante dal dipartimento di Giustizia. Avrebbe infatti spinto produttori di smartphone e browser a privilegiare Google come motore di ricerca predefinito. Il risultato è una posizione dominante con poche opportunità per qualsiasi altro concorrente.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI