venerdì 20 Maggio 2022

Tanzania, il Kilimangiaro sta bruciando: volontari combattono contro il fuoco

Da 5 giorni, in Tanzania, gli incendi stanno devastando il Kilimangiaro e la situazione non migliora nonostante l’impiego di elicotteri, aerei e volontari. In più di 500 stanno lottando contro le fiamme ma già 28 km² di vegetazione (1,6% del parco nazionale)  sono stati distrutti. Il Ministro tanzaniano per le Risorse Naturali e il Turismo, Hamisi Kigwangalla, ha affermato che l’ecosistema è a rischio e che ad alimentare le fiamme, che per ora non hanno causato vittime, contribuiscono i forti venti e il clima secco, mentre l’origine dell’incendio resta da chiarire.

Il Kilimangiaro è stato dichiarato nel 1987 patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO. L’ecosistema del vulcano sostiene la vita di oltre due milioni di residenti, in Tanzania e in Kenya, che dipendono direttamente dalle risorse della montagna. Ogni anno almeno 50.000 turisti scalano la montagna più alta del continente africano, ma è un numero troppo elevato per il suo delicato ecosistema.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Correlati

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI