martedì 23 Luglio 2024

“Cari media liberali, scusate se sono sopravvissuto”: Robert Fico torna al lavoro

«Cari media liberali progressisti e opposizione, scusate se sono sopravvissuto, ma sono tornato», è quanto ha scritto su Facebook il primo ministro della Slovacchia, dopo essere tornato a presiedere di persona martedì la riunione del governo, per la prima volta dopo il grave attentato subito lo scorso maggio. «Sto lentamente tornando al lavoro e spero che presto sarò abbastanza in forma da poter esercitare appieno la carica a cui i cittadini della Repubblica Slovacca mi hanno eletto», ha aggiunto il politico slovacco. Fico era stato gravemente ferito il 15 maggio scorso da quattro colpi di pistola – mentre si trovava nella città di Handlová, nel centro della Slovacchia – esplosi da un attentatore che ha detto di avere agito perché «in disaccordo con le politiche del governo».

Capo del partito di sinistra Smer – etichettato dai media liberali come «populista» – e primo ministro della Slovacchia dall’ottobre 2023, Fico si è distinto per le sue posizioni critiche riguardo al sostegno militare occidentale all’Ucraina, avvicinandosi alla linea politica del primo ministro ungherese Orban e guadagnandosi la nomea screditante di «filorusso» da parte degli stessi media occidentali filoatlantici. Il primo ministro di Bratislava fin da prima della sua elezione si era dichiarato contrario all’adesione di Kiev nella NATOha sostenuto apertamente che il conflitto è stato innescato nel 2014, «quando i fascisti ucraini hanno cominciato a uccidere vittime civili di nazionalità russa». Ha sospeso quindi l’invio di armi del suo Paese all’Ucraina. Il suo approccio non aderente alle politiche NATO gli ha inimicato i principali media occidentali, i quali, in seguito all’attentato, hanno lavorato per demonizzare il politico di Smer, ritraendolo come un populista, filorusso e no vax e – di contro – descrivendo paradossalmente l’attentatore Juraj Cintula, un ex guardia giurata di 71 anni, come un poeta e pacifista.

Ripresosi da un intervento estremamente delicato che gli ha salvato la vita, Fico è tornato a lavoro ieri prendendosi una piccola rivincita sui mezzi di comunicazione liberali, sottolineando l’approccio parziale e manipolatorio di quest’ultimi e dichiarando di voler tornare a lavorare per l’interesse nazionale, ossia per i cittadini che lo hanno votato.

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Ti è piaciuto questo articolo? Pensi sia importante che notizie e informazioni come queste vengano pubblicate e lette da sempre più persone? Sostieni il nostro lavoro con una donazione. Grazie.

Articoli correlati

3 Commenti

    • Ed è “curioso” notare che lui “populista di sinistra” almeno sull’Ucraina la pensi praticamente come Orban “populista di destra”… non è che il problema ce l’abbiamo “al centro” dove pur di far girare l’economia sono pronti a tenere in piedi e magari estendere il conflitto ?

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI