lunedì 24 Giugno 2024

Macklemore, il rapper che ha infranto il silenzio dell’arte mainstream sulla Palestina

Spesso, nella storia, la musica e l’arte in generale sono state lo strumento per veicolare potenti messaggi politici, per esprimere dissenso, per mettere in dubbio l’ordine costituito. Oggi siamo forse più lontani che mai da questo panorama, nonostante le immagini del massacro in corso a Gaza abbiano ormai inondato grandi e piccoli schermi. Nessuno può dire di non aver visto, di non aver sentito, di non aver saputo. Anche per questo, forse, Hind’s Hall ha fatto tutto questo rumore. Il nuovo brano di Macklemore, rapper statunitense e volto noto del mainstream, ha squarciato il velo di silenzio dietro il quale si sono nascosti musicisti e artisti contemporanei. In Italia tra i rapper del panorama pop ci aveva già provato Ghali (anche se non certo nel modo esplicito e diretto dell’artista americano), ma il testo in inglese del rapper statunitense ha superato le barriere linguistiche ed è immediatamente diventato un fenomeno virale: in soli tre giorni il brano ha già collezionato milioni di visualizzazioni e ricondivisioni su tutti i principali social. Hind’s Hall, come il nome con il quale gli studenti della Columbia University di New York hanno ribattezzato la sala del Rettorato, dopo averla occupata per chiedere la fine del sostegno statunitense ad Israele e la fine della guerra in Palestina. Il nome riprende quello di Hind Rajab, una bimba gazese di sei anni, brutalmente uccisa dai militari israeliani un paio di mesi fa, insieme alla sua famiglia.

Senza usare mezzi termini, Macklemore punta il dito contro il governo Biden, che da un lato finanzia e appoggia l’aggressione e l’occupazione israeliana e dall’altro si serve del proprio braccio armato, la polizia, per reprimere le proteste interne, ma anche contro l’industria della musica e il suo colpevole e consapevole silenzio. Il suo è un inno alle proteste, alla resistenza studentesca, al coraggio dei giovani che finalmente si sono alzati in piedi. Di seguito riportiamo il testo integrale del brano e la traduzione.

Yeah, the people, they won’t leave
Già, le persone, loro non se ne andranno
What is threatenin’ about divesting and wantin’ peace?
Cosa c’è di minaccioso nel disinvestire e volere la pace?
The problem isn’t the protests, it’s what they’re protestin’
Il problema non sono le proteste, ma ciò contro cui protestano
It goes against what our country is fundin’
Va contro ciò che il nostro Paese sta finanziando
Block the barricade until Palestine is free
Blocca la barricata fino a che la Palestina non sarà libera
Block the barricade until Palestine is free
Blocca la barricata fino a che la Palestina non sarà libera
When I was seven, I learned a lesson from Cube and Eazy-E
Quando avevo sette anni ho imparato una lezione da Cube ed Eazy-E
What was it again? Oh yeah, fuck the police
Qual era già? Ah, giusto, fan***o la polizia

Actors in badges protecting property
Attori con distintivi che proteggono la proprietà
And a system that was designed by white supremacy
E un sistema disegnato dal suprematismo bianco
But the people are in the streets
Ma le persone sono per le strade
You can pay off Meta, you can’t pay off me
Potete pagare Meta, ma non potete pagare me
Politicians who serve by any means
Politici che servono in ogni modo
AIPAC, CUFI, and all the companies
AIPAC, CUFI e tutte le aziende
You see, we sell fear around the land of the free
Vedi, vendiamo paura in tutta la terra della libertà
But this generation here is about to cut the strings
Ma questa generazione sta per tagliare i lacci
You can ban TikTok, take us out the algorithm
Potete bannare TikTok, rimuoverci dall’algoritmo
But it’s too late, we’ve seen the truth, we bear witness
Ma è troppo tardi, abbiamo visto la verità, siamo testimoni
Seen the rubble, the buildings, the mothers and the children
Abbiamo visto le macerie, gli edifici, le madri e i figli
And all the men that you murdered and then we see how you spin it
E tutti gli uomini che avete ucciso e poi abbiamo visto come l’avete rigirata
Who gets the right to defend and who gets the right of resistance
Chi ha il diritto di difendersi e chi ha il diritto di resistere
Has always been about dollars and the color of your pigment, but
Ha sempre avuto a che fare con i dollari e il colore del vostro pigmento, ma
White supremacy is finally on blast
La supremazia bianca è finalmente esplosa
Screamin’ “Free Palestine” ‘til they’re home at last
Urlando “Palestina Libera” fino a che alla fine saranno a casa

We see the lies in them, claimin’ it’s antisemitic to be anti-Zionist
Abbiamo visto le bugie in loro, che dicono che è antisemita essere antisionista
I’ve seen Jewish brothers and sisters out there and ridin’ in
Ho visto fratelli e sorelle israeliani là fuori cavalcare
Solidarity and screamin’ “Free Palestine” with them
La solidarietà e urlare “Palestina Libera” con loro
Organizin’, unlearnin’ and finally cuttin’ ties with
Organizzandosi, disimparando e alla fine tagliando i legami con
A state that’s gotta rely on an apartheid system to uphold an occupyin’ violent
Uno Stato che fa affidamento su un sistema di apartheid per mantenere l’occupazione violenta
History been repeating for the last seventy-five
La storia si è ripetuta per gli ultimi 75 anni
The Nakba never ended, the colonizer lied
La Nakba non è mai finita, il colonizzatore ha mentito

If students in tents posted on the lawn
Se gli studenti stanno nelle tende si sono piantati nel prato
Occupyin’ the quad is really against the law
Occupare il quadrilatero è davvero contro la legge
And a reason to call in the police and their squad
E una ragione per chiamare la polizia e le sue squadre
Where does genocide land in your definition, huh?
Dove si trova il genocidio nella vostra definizione, eh?
Destroyin’ every college in Gaza and every mosque
Distruggere ogni università a Gaza e ogni moschea
Pushin’ everyone into Rafah and droppin’ bombs
Spingere tutti dentro Rafah e poi sganciare bombe
The blood is on your hands, Biden, we can see it all
Il sangue è sulle tue mani, Biden, lo vediamo tutti
And fuck no, I’m not voting for you in the fall
E ca**o no, non ti voterò in autunno
Undecided, you can’t twist the truth, the people out here united
Indeciso, non puoi distorcere la verità, le persone qui fuori unite
Never be defeated when freedom’s on the horizon
Mai sconfitte dove la libertà è all’orizzonte
Yet the music industry’s quiet, complicit in their platform of silence
L’industria musicale è silenziosa, complice del silenzio delle loro piattaforme

What happened to the artist? What do you got to say?
Che cosa è successo agli artisti? Che cosa avete da dire?
If I was on a label, you could drop me today
Se fossi stato in una casa discografica avreste potuto abbandonarmi oggi
I’d be fine with it ‘cause the heart fed my page
Mi sarebbe andata bene perchè il cuore ha alimentato la mia pagina
I want a ceasefire, fuck a response from Drake
Voglio un cessate il fuoco, fan***o una risposta da Drake
What you willin’ to risk? What you willin’ to give?
Cosa avete intenzione di rischiare? Cosa avete intenzione di dare?
What if you were in Gaza? What if those were your kids?
E se foste stati voi in Gaza? E se fossero stati i vostri figli?
If the West was pretendin’ that you didn’t exist
Se l’Occidente facesse finta che voi non esisteste
You’d want the world to stand up and the students finally did, let’s get it
Vorreste che il mondo si alzasse in piedi, e gli studenti finalmente l’hanno fatto, andiamocelo a prendere

[di Valeria Casolaro]

L'Indipendente non riceve alcun contributo pubblico né ospita alcuna pubblicità, quindi si sostiene esclusivamente grazie agli abbonati e alle donazioni dei lettori. Non abbiamo né vogliamo avere alcun legame con grandi aziende, multinazionali e partiti politici. E sarà sempre così perché questa è l’unica possibilità, secondo noi, per fare giornalismo libero e imparziale. Un’informazione – finalmente – senza padroni.

Ti è piaciuto questo articolo? Pensi sia importante che notizie e informazioni come queste vengano pubblicate e lette da sempre più persone? Sostieni il nostro lavoro con una donazione. Grazie.

Articoli correlati

3 Commenti

Iscriviti a The Week
la nostra newsletter settimanale gratuita

Guarda una versione di "The Week" prima di iscriverti e valuta se può interessarti ricevere settimanalmente la nostra newsletter

Ultimi

Articoli nella stessa categoria

Grazie per aver già letto

10 dei nostri articoli questo mese.

Chiudendo questo pop up potrai continuare la lettura.
Sappi però che abbiamo bisogno di te,
per continuare a fare un giornalismo libero e imparziale.

Clicca qui e  scopri i nostri piani di abbonamento e supporta
Un’informazione – finalmente – senza padroni.

ABBONATI / SOSTIENI